CALCIOMERCATO FROSINONE - Conclusa la finestra estiva, Frosinone promosso o bocciato?

01.09.2021 09:00 di Stefano Martini Twitter:    vedi letture
CALCIOMERCATO FROSINONE - Conclusa la finestra estiva, Frosinone promosso o bocciato?
TUTTOmercatoWEB.com

Si è conclusa alle 20:00 di ieri la finestra estiva di calciomercato. Il Frosinone è stato certamente tra le compagini più attive dell'intera sessione e anche nelle ultime ore ha saputo ufficializzare altre quattro operazioni, due in entrata e due in uscita. Una vera e propria rivoluzione quella messa in atto dal Dt Angelozzi e dal suo staff, capaci ci cambiare totalmente faccia al Frosinone con ben 19 nuovi arrivi (tra prestiti e acquisti a titolo definitivo). Un Frosinone ora certamente più giovane rispetto al passato (era l'obiettivo principale del mercato) ma allo stesso tempo competitivo per il campionato di B. Il club giallazzurro ha saputo compiere delle operazioni impensabili (vedi Ricci ndr), ma anche cogliere ottime occasioni a parametro zero palesatesi durante la sessione (Garritano, Canotto, Cotali ndr). Tanti i giovani di talento sui quali si è puntato, alcuni già si sono fatti notare (Gatti, Zerbin),  mentre per altri ci sarà sicuramente bisogno di un maggior tempo di adattamento.

Al di là delle entrate, nell'analisi del mercato canarino non vanno sottovalutate le uscite come quella di Trotta e Vitale poco prima del gong di ieri sera, oltre a quelle di Krajnc e Bardi su tutti, poichè hanno alleggerito il monte ingaggi e favorito i tanti nuovi ingressi. Si poteva però certamente far meglio da questo punto di vista poichè Tabanelli, Ardemagni, D'Elia e Bastianello sono rimasti sul groppone della casse canarine. Da capire anche come si evolverà la situazione legata a Iemmello, anch'egli rimasto in Ciociaria nonostante nei giorni scorsi mister Grosso non aveva nascosto di non puntare più su di lui.

Un Frosinone dunque che andrebbe promosso a pieni voti per il mercato in entrata mentre sul fronte uscite qualcosa ha lasciato per strada. I canarini hanno saputo muoversi con intelligenza, regalando a mister Grosso una squadra con tantissime alternative, forse troppe, costruita per l'idea di calcio dell'ex Campione del Mondo.

Sulla carta, per quanto compiuto dal Dt Angelozzi e dal suo staff, si può recriminare poco o nulla, ma dopo quanto accaduto nella sessione invernale è bene andarci con i piedi di piombo. La finestra di mercato di gennaio infatti aveva fatto sognare i tifosi del Frosinone, i quali credevano dopo gli arrivi di Iemmello, Millico, Vitale L. e Brignola di poter lottare per la serie A, ma sappiamo tutti come è andata a finire.

Sulla carta dunque giallazzurri promossi a pieno sul mercato, ora però toccherà al campo confermare le premesse