Soulé si comporta da leader: il segreto è il distacco dal resto della squadra

28.11.2023 18:30 di Andrea Pontone Twitter:    vedi letture
Soulé si comporta da leader: il segreto è il distacco dal resto della squadra
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Può sembrare paradossale, ma il vero punto di forza del calciatore giallazzurro Matias Soulé è la capacità di sapersi distaccare dal resto della squadra. Il Frosinone, infatti, ha in rosa un calciatore di altra categoria che nella sua carriera avrà grandi soddisfazioni ad alti livelli. La squadra ciociara, che già sarebbe all'altezza di lottare tranquillamente per la salvezza, può anche fare affidamento su un astro nascente del calcio internazionale. Proprio a livello di linguaggio del corpo, Soulé ha un atteggiamento diverso rispetto agli altri. Il concetto fondamentale è l'isolamento. Sembra quasi che il Frosinone giochi in dieci e che lui sia un uomo a parte, ma questa è una nota positiva. Quando prende palla, Soulé è una calamita per gli avversari: attira a sé i calciatori rivali e offre soluzioni interessanti ai compagni. Durante Frosinone-Genoa, due comportamenti in particolare evidenziano questo suo positivo distacco dal resto della squadra. Innanzitutto la reazione all'1-1 firmato Malinovskyi: Soulé si dispera, portandosi le mani al volto, sapendo che - dopo aver siglato l'1-0 - dovrà darsi ulteriormente da fare perché la squadra, senza il suo uomo aggiunto, non riesce a vivere un pomeriggio tranquillo. Verso il finale di gara, altro episodio emblematico nel corso dell'azione che porterà al 2-1 frusinate: Soulé prende palla sulla trequarti, non ha molto fiato per azzardare dribbling, allora butta violentemente il pallone in avanti verso Brescianini. Come a dire: vedetevela voi. Brescianini mette al centro e Monterisi segna: sintomo del fatto che la squadra è viva, e all'occorrenza c'è un fuoriclasse in più che può aumentare ancor di più il ruolino realizzativo.