Frosinone, Angelozzi a Sky Sport: "Il nostro primo obiettivo resta la salvezza e far crescere i giovani. Gatti? Ha tutto per essere un giocatore importante ”

27.10.2022 16:00 di Francesco Cenci   vedi letture
Frosinone, Angelozzi a Sky Sport: "Il nostro primo obiettivo resta la salvezza e far crescere i giovani. Gatti? Ha tutto per essere un giocatore importante ”
TUTTOmercatoWEB.com

Il Frosinone quest'oggi è ospite dello speciale ritiri sulla serie B di Sky Sport. Ai microfoni di Sky ha parlato il DT dell’area tecnica giallazzurra Guido Angelozzi. Queste le dichiarazioni del tecnico giallazzurro.

Kim, Gatti: tanti i difensori che si stanno affermando ultimamente. Qual è la sua opinione sul difensore coreano, scoperto dal DS Giuntoli?

“Kim è un difensore fortissimo. E’ stato bravo il DS Giuntoli e la Società del Napoli a pescare questi giovani talenti. Si sapeva che Kim fosse un buon giocatore, però nessuna squadra italiana ha avuto il coraggio di prenderlo. A Napoli sono stati a bravi a scommettere sia su di lui che su Kvaratskhelia. In più, devo dire che hanno in Spalletti uno dei più bravi allenatori italiani. E’ vero che in Italia non ha vinto dei campionati, però ci è andato a vicino. Dove ha allenato ha raggiunto sempre l’obiettivo prefissato. E’ un allenatore top”.

Frosinone primo in classifica in Serie B e giovani della Primavera al comando insieme a Roma E Juve, al primo anno nel campionato di Primavera 1 dei giallazzurri. Come avete fatto a scoprire tanti giovani bravi sia per la Primavera che per il Frosinone di Grosso?

“Abbiamo lavorato molto con l’area scouting che abbiamo qui a Frosinone. Ci abbiamo messo tanta umiltà. Oggi la squadra si trova in alta classifica. Ma noi non dobbiamo guardare l’alta classifica. Il nostro primo obiettivo è quello di raggiungere la salvezza e far crescere i giovani, come già abbiamo fatto in questi anni di Frosinone”.

Angelozzi, in questi anni lei ha scoperto tantissimi talenti venuto fuori dal nulla: basti pensare a Frattesi e Scamacca al Sassuolo e, in ultimo, Gatti lo scorso anno a Frosinone. Gatti a Lisbona ha faticato molto per un’ora di gioco, nel sistema difensivo a 3 sul centro destra. Poi con l’uscita di Bonucci ha fatto 20 minuti molto bene al centro della retroguardia. Lei che lo conosce molto bene, qual è il suo vero ruolo dove potrebbe affermarsi nella Juve?

“Gatti può giocare sia in una difesa a 3 che a 4. E’ un ragazzo che deve crescere perché non dobbiamo scordarci che, soltanto 2 anni fa, giocava in D, per poi fare la C e lo scorso anno la Serie B con il Frosinone. Giocare in Champions con la Juve, una gara del genere in una squadra che in questo momento non vive un gran momento di forma, non è facile e magari anche lui potrebbe essere coinvolto in questo periodo non brillante. Però per me potenzialmente è un giocatore che può diventare uno dei calciatori più importanti in Italia ed ha tutto per farlo: tecnica, fisicità e tante altre qualità. Deve fare un po' di esperienza a certi livelli. Anche la carriera di Chiellini all’inizio alla Juve non giocò quasi mai e proveniva già da campionati disputati in A. Per cui credo sia solo una questione di tempo, ma sono convinto che in futuro giocherà titolare nella Juve. Ha tutto per essere un giocatore importante”.