Intervista TF - Marta Nava (Monza News): "Il Frosinone lotta sempre fino alla fine, lo farà anche contro il Monza"

03.08.2022 09:00 di Francesco Cenci   vedi letture

A pochi giorni dall’incontro di Coppa Italia, valevole per i trentaduesimi di finale, tra Monza e Frosinone, abbiamo intervistato la collega Marta Nava di Monza News che segue la squadra brianzola da molti anni.

Allora Marta, dopo i play off al cardiopalma, Il Monza si appresta a disputare per la prima volta nei suoi 110 anni di storia calcistica la Serie A. Qual è il clima che si respira in città?

“Il 29 Maggio è una data che resterà per sempre nei nostri cuori.  Abbiamo raggiunto un traguardo storico contro un avversario di valore. Abbiamo lottato fino all’ultimo minuto e adesso siamo in serie A. La città ha festeggiato come si deve, onorando la squadra e la Società che è stata veramente perfetta. Ora abbiamo già la testa al campionato perché di sicuro vogliamo dire la nostra anche qui. I tifosi sanno di essere in buone mani e attendono con trepidazione il 14 Agosto”.

Il Monza si è notevolmente rinforzato facendo una campagna acquisti di qualità, con nomi di spessore, per consentire a mister Stroppa di allestire una squadra che certamente non reciterà un ruolo da comprimaria nel prossimo campionato di serie A. Concordi con il mercato sin qui fatto dalla Società? Ti aspetti altri colpi?

“Di solito sono una persona che non si fa impressionare dai nomi ma guarda di più la sostanza. E’ chiaro che il Monza si è rinforzato in ogni reparto ma credo anche che non si possano tenere tutti i giocatori attualmente in rosa. Il ritorno di Pessina credo sia stato fino ad adesso il colpo migliore, un giocatore così di esperienza trascinerà sicuramente la squadra. Dopo tutte queste operazioni in entrata, però, me ne aspetto qualcuna anche in uscita. Il Monza inizia ad avere una rosa di giocatori molto ampia. Conosciamo Galliani e la bravura che dimostra di avere nelle operazioni di mercato per cui, se lo riterrà vantaggioso ed opportuno, piazzerà un nuovo colpo, magari last minute”.

Venendo alla partita di Coppa Italia del 7 Agosto con il Frosinone, cosa ti aspetti dalla squadra del Presidente Berlusconi?

“Sembrerà una frase fatta, ma credo proprio che sarà ancora un Monza acerbo, in via di costruzione e alla ricerca di una nuova identità. Non è mai facile partire e fare subito bene. Il Frosinone avrà di fronte a sé sicuramente una squadra che sta plasmando il suo gioco. Per cui sarà interessante vedere, ad una settimana dall’inizio del campionato, a che punto saranno i ragazzi di mister Stroppa”.

Anche il Frosinone si è rinnovato ampiamente, proseguendo sulla linea del ringiovanimento della squadra. Sono andati via giocatori come Gatti, Zerbin, Zampano, Novakovich, Ricci e altri, e sono arrivati molti giovani di prospettiva, tra i quali citiamo Ciervo, Moro, Caso, Mulattieri solo per fare alcuni nomi. Credi che i ragazzi di mister Grosso possano mettere in difficoltà la squadra brianzola?

“Assolutamente si. Mi è capitato di vedere il Frosinone in campo lo scorso anno e mi aveva subito colpito, non solo per il gioco ma anche per la mentalità. La squadra di Grosso ci ha abituato a non perdere nemmeno un minuto la concentrazione in campo perché è in grado di segnare sempre e comunque. L’atteggiamento è quello di una squadra che lotta fino alla fine, quindi penso che lo farà anche contro di noi”.

Per finire ti chiediamo un pronostico sulle 2 squadre nei rispettivi campionati, anche se siamo consapevoli che è molto prematuro parlarne. Dove credi possano arrivare il Monza e il Frosinone?

“Per quanto riguarda il Frosinone penso che abbia tutte le carte in regola per lottare per un posto in zona playoff, quindi mi aspetto che disputi un campionato di livello e che sia dentro le prime 8-9 posizioni. Per quanto riguarda il Monza, si sa che una neopromossa tenda a fare un po' più di fatica soprattutto agli inizi per i diversi cambiamenti: campionato, squadre avversarie e così via. Penso però che la Società non abbia lavorato così tanto per poi non vedere i frutti in campo. E’ difficile fare un pronostico sulla propria squadra per cui quello che faccio è più che altro un augurio: spero di disputare un buon campionato, conquistare il prima possibile la salvezza matematica e avere un buon piazzamento a fine anno”.