DAZN, Di Francesco: "La classifica? Sapevamo di dover lottare fino alla fine"

11.02.2024 15:42 di Stefano Martini Twitter:    vedi letture
DAZN, Di Francesco: "La classifica? Sapevamo di dover lottare fino alla fine"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

Eusebio Di Francesco, allenatore del Frosinone, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match di Serie A contro la Fiorentina. Ecco le sue dichiarazioni: “Risultato pesante? Potevamo prendere gol, ma ne potevamo fare molti di più per quello che è stato il primo tempo e l’impatto sulla gara. Abbiamo preso un uno-due che ci ha abbassato le sicurezze all’inizio. Dobbiamo essere più attenti, più lucidi quando abbiamo grandi opportunità da gol.

Dobbiamo crescere molto in fase difensiva. Se quello che ho fatto fino ad ora non basta bisogna fare sempre di più. Subiamo tanti gol? Abbiamo fatto in questa settimana diversi lavori in questa direzione, ma evidentemente non basta e dobbiamo fare qualcosa di più. Stiamo recuperando alcuni giocatori dietro anche se molti non hanno la migliore condizione ed ho tuttora diverse assenze. Per salvarci abbiamo bisogno di tutti e speriamo di recuperarli il prima possibile. Non siamo bravi a difendere negli ultimi trenta metri.

Se la nostra natura offensiva può essere uno svantaggio in alcune partite? Se andiamo a vedere i gol nascono da tutte situazioni in cui noi eravamo messi bene in difesa. Questo significa poco però se non siamo cattivi nei duelli che hanno vinto loro soprattutto negli ultimi metri. Ci sono state situazioni in cui abbiamo avuto opportunità di fare altri gol in cui la Fiorentina è andata in difficoltà, peccato.

La squadra? È giusto parlarne a mente fredda e ci vediamo domani. Gli devo far capire che per raggiungere determinati obbiettivi non bisogna mai calare di attenzione, pressione, di tutto. Dall’alimentazione al riposo? La classifica? Sapevamo di dover lottare fino alla fine per raggiungere i nostri obiettivi. Questa squadra è stata costruita per arrivare alla fine all’obiettivo finale, che è a fine maggio. La Roma? Con De Rossi ci rispettiamo, per me è stato sempre un punto di riferimento e l’ho allenato. Sta dimostrando di poter fare l’allenatore”.

CLICCA E SCOPRI TUTTO SU FIORENTINA-FROSINONE