Fabrizio Ferrari (agente Oyono): "Anthony sta facendo bene, ma vorrei facesse ancor di più. Il Frosinone finora ha stupito tutti per gioco e ritmo"

25.10.2023 10:15 di Francesco Cenci   vedi letture
Fabrizio Ferrari (agente Oyono): "Anthony sta facendo bene, ma vorrei facesse ancor di più. Il Frosinone finora ha stupito tutti per gioco e ritmo"
TUTTOmercatoWEB.com

Fabrizo Ferrari, agente affermato e procuratore del calciatore giallazzurro Anthony Oyono è intervenuto al programma radiofonico “Sotto al Sette, è l’ora del Leone”, trasmissione di approfondimento sul Frosinone Calcio, che va in onda su Radio Day condotta da Stefano Martini e Roberto De Luca, per dare la sua opinione sul rendimento avuto fin qui dal suo assistito, ed in generale dai giallazzurri di mister Eusebio Di Francesco. Così Ferrari.

Al di là della partita disputata domenica scorsa a Bologna dal Frosinone, qual è il tuo giudizio complessivo su questa prima parte di stagione giallazzurra?

"Il giudizio su questa prima parte di stagione disputata dal Frosinone non può che essere positivo. I giallazzurri hanno fin qui stupito tutti per il modo di giocare ed interpretare le partite: spavaldo, offensivo e cercando sempre di imporre il proprio gioco e ritmo. Credo che questa sia stata un pò la chiave, fino ad ora, del Frosinone targato Di Francesco. Per quanto riguarda la partita di Bologna, ho visto un Frosinone che ha giocato malino nel primo tempo, complice anche il ritmo di gioco veramente molto alto impresso dal Bologna e che era difficile da contrastare. Nella ripresa invece, la prova dei giallazzurri è stata ottima. Nel secondo tempo mi sono piaciuti l'atteggiamento, la reazione della squadra e un pò tutto quello che è stato fatto. Peccato, perchè secondo me si sarebbe potuto portare a casa il pareggio e credo che sarebbe stato anche un risultato meritato complessivamente. Il mio giudizio sulla stagione del Frosinone è fin qui più che positivo".

Ti saresti aspettato un impatto così positivo sulla Serie A da parte di Oyono. Quanto, secondo te, il gioco praticato da di Francesco, sta favorendo questo suo positivo inizio di stagione?

"Io in genere sono sempre molto critico con i ragazzi che seguo. Oyono per me sta facendo bene finora, ma vorrei rendesse ancora di più, perchè io penso che possa dare ancor di più di quello che già sta facendo vedere. Gli manca un pò di esperienza in Serie A e nella gestione delle energie, su questo non c'è dubbio. Deve essere attento per tutti e novanta e più minuti di gioco sulla fase difensiva, ma è chiaramente un bravo giocatore. Non mi sarei aspettato un suo impatto così buono con la Serie A, ma sicuramente un giocatore che sarebbe stato dentro l'undici del Frosinone. Anche perchè, questa era stata la programmazione fatta col Direttore Angelozzi. Non sono dunque sorpreso dal suo rendimento. Anzi, punto sul fatto che Anthony possa fare ancora meglio di quanto espresso fino ad adesso".

Cosa filtra dal ragazzo riguardo al modus operandi di Di Francesco, che di fatto finora non ha mai rinunciato al terzino franco-gabonese?

"Non abbiamo mai parlato nello specifico su questo aspetto. Certo è che non può che trovarsi bene. Il Frosinone gioca bene e quando riesce ad imporre un ritmo importante alle partite, come ha fatto in alcune gare in casa in cui è stato a tratti esaltante, secondo me è una squadra molto bella da vedere, che gioca un bel calcio ed è propositiva con alcuni giocatori che possono fare la differenza. Non che con Grosso allenatore la squadra giocasse male, anzi. Devo dire che i tifosi del Frosinone sono capitati bene in allenatori, sia in un caso che nell'altro. Insomma, non ci si può lamentare".

Poi Ferrari continua:

"Secondo me il lavoro di scouting portato avanti dal Frosinone su Oyono, è stato determinante. Guido in quell'occasione mi chiamò, dicendomi che era molto interessato ad Anthony. Quindi all'epoca, abbiamo fatto di tutto per riuscirlo a portare a Frosinone nel più breve tempo possibile. Non fu un'operazione facile, perchè all'epoca il Boulogne, nonostante fosse un club di Terza Divisione, capì che l'interesse verso il giocatore potesse essere importante non solo da parte del Frosinone, ma anche di altri club. Fu importante la velocità e la tempestività da parte del Frosinone per acquistarlo, ed il progetto importante che è stato presentato nei confronti del giocatore. La bravura da parte di Angelozzi e del suo staff credo che sia quella di visualizzare il target, per poi andare dritti verso l'obiettivo da acquistare".