CONFERENZA STAMPA - Alessandro Nesta: "Gara che va giocata con il cuore"

30.07.2020 14:20 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
CONFERENZA STAMPA - Alessandro Nesta: "Gara che va giocata con il cuore"
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Alla vigilia del delicato match con il Pisa ha parlato in conferenza stampa mister Nesta. Queste le sue parole:

Mister il presidente Stirpe  è stato abbastanza sibillino sulla prestazione di Crotone. Lei come si spiega questo calo così evidente della squadra nel post lockdown. Oltre alla componente degli infortuni, cosa ha questa squadra che non va ?

"Dopo il lockdown ci siamo trovti a gestire una situazione anomala che nessuno conosceva. Piano piano abbiamo fato fatica a mettere in moto la mente e a riprendere il ritmo del campionato è evidente. Credo anche che gli infortuni e tante mancanze hanno portato poi giocatori a giocare troppe partite e a farsi male. Chi entra, chi esce e i giocatori hanno perso la condizione poichè già venivano da una situazione per loro non facile e siamo andati in difficoltà. I problemi li hanno avuti tutti, noi all'inizio del post lockdown non abbiamo avuti infortuni, sono arrivati dopo perchè con qualche squalifica e altro abbiamo dovuto far giocare troppo qualche giocatore in base al momento"

Venerdì mister è una finale, cosa chiederà ai suoi giocatori, visto che si tratta di gara da dentro fuori e quale sarà l’elemento fondamentale da non sbagliare?

"Dobbiamo giocarci la qualificazione ai playoff all'ultima partita in casa. Ci siamo complicati noi la situazione, eravamo una squadra che lottava per la promozione diretta e invece oggi ci giochiamo l'ultima di campionato cosi. Questa partita va giocata con il cuore. Queste partite vanno giocate cosi, con determinazione, con cuore, non bisogna sbagliare l'approccio, bisogna partire subito forte e indirizzare subito la gara nel verso giusto. Ci sono gare che vanno giocate con la testa, con tecnica e con la tattica e poi ci sono partite come questa che vanno giocate con il cuore. Bisogna mettere il cuore nel campo perchè è stata una particolare e stancante, molto lunga in cui siamo partiti male poi ci siamo ripresi poi c'è stato il lockdown e siamo ripartiti in grande difficoltà. Credo che questa squadra, la gente, la società e tutti noi meritiamo un finale diverso"

In poche ore e alla vigilia di una gara da dentro o fuori c'è stato il tempo e il modo per provare a dare una sferzata alla squadra?

"Dopo la partita di Crotone in cui abbiamo fatto male credo che tutte le componenti della società hanno provato a dare un cambio alla squadra. Speriamo di esserci riusciti, tutte le componenti hanno messo qualcosa, speriamo che la squadra dia la risposta giusta"

Il Pisa è l’avversario peggiore da affrontare in questo momento?

"Il Pisa è una squadra che non ha niente da perdere, è in fiducia, squadra dinamica che corre e fa dell'agonismo un'arma importante"

Teme di più l'entusiasmo del Pisa o la pressione che avrà il Frosinone?

"Che fa il lavoro nostro sa che la pressione va gestita e controllata. La pressione deve essere un arma in più perchè se interpretata positivamente ti può tirar fuori qualcosa che non pensavi di aver dentro mentre se viene interpretata male può essere dannosa"

Mister pensa di schierare uno tra Paganini e Tribuzzi mezzala per evitare di avere nuovamente un centrocampo troppo piatto?

"Vediamo"