Sala stampa, Italiano: "Abbiamo approcciato bene, siamo stati concreti e abbiamo mandato tanti uomini in gol"

Le parole del tecnico dei viola nella sala stampa dello stadio Franchi a margine del match contro il Frosinone di Di Francesco
11.02.2024 15:23 di Stefano Martini Twitter:    vedi letture
Sala stampa, Italiano: "Abbiamo approcciato bene, siamo stati concreti e abbiamo mandato tanti uomini in gol"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di www.imagephotoagency.it

A margine di Fiorentina-Frosinone ha parlato nella sala stampa dello stadio Franchi di Firenze il tecnico della Fiorentina Vincenzo Italiano. Di seguito le sue parole raccolte dai colleghi di TMW:

Prima vittoria del 2024 in Serie A, con tante prime volte al suo interno.
"Finalmente siamo riusciti a vincere la prima gara del nuovo anno, in precedenza ci avevamo messo tanto del nostro e oggi non potevamo rifarli. Abbiamo approcciato bene, specie rispetto agli ultimi primi tempi poco incisivi, siamo stati concreti e abbiamo mandato tanti uomini in gol. Questa è la Fiorentina che vorremmo vedere tutti, ci siamo sbloccati e ho visto uno spirito battagliero. Con questo atteggiamento si sbaglia meno, si riducono gli errori e si aggiungono punti alla classifica. Dobbiamo trovare continuità di prestazione, un atteggiamento positivo come oggi, sia da chi è subentrato sia da chi giocava dall'inizio. Solo così si ottengono dei grandi risultati".

Quei gol alla Belotti oggi vi sono mancati nella prima parte? Come lo ha trovato e in che stato di forma è?
"Ha fatto un gran gol, da attaccante. Alla prima palla ha trovato lo spazio giusto, si è smarcato bene, è stato cinico e concreto. Così apri le maglie avversarie, il piano gara degli altri deve cambiare per forza. E la sua fame e il dinamismo trascinano i compagni. Gli faccio i complimenti, soprattutto per come è arrivato, per l'entusiasmo e come interagisce coi compagni. Oggi è stato premiato. E sono contento, attaccanti con questa voglia diventano trainanti per tutti".

Questo è l'Ikone che vuole vedere? Cosa gli era successo?
"Bisogna avere continuità nelle prestazioni. Ikone ha questo tipo di gare nelle corde, con qualità e voglia di determinare, penso per esempio a cosa ha fatto sul primo gol. Johnny ha qualità incredibili e un mancino di alto livello, deve fare più gol, riempire l'area ed essere più determinante. Ci lavoriamo, penso che prima o poi possa mostrare continuità di rendimento e prestazioni. Il mancino come lui ce l'hanno in pochi ma deve aggiungere gol e assist, è un attaccante".

Ora Bologna e Empoli, avete cerchiato di rosso questa settimana?
"Abbiamo iniziato, tornando a Lecce, con un confronto tutti insieme nel quale ci siamo detti in faccia che partite in questo modo non possiamo perderle, con quattro minuti di follia. Abbiamo approcciato bene la settimana, grazie anche all'entusiasmo dei nuovi e alla voglia di rivalsa dei ragazzi. Lavorando con questo entusiasmo arrivo alle partite carico per far risultato. Nell'arco della stagione qualche punto sono convinto che lo strapperemo e se la continuità sarà quella dell'andata allora possiamo centrare obiettivi. Non possiamo però non essere quelli di oggi".

Ci racconta l'incontro che ha tenuto con la Curva Fiesole? Le hanno dedicato un coro.
"In questi due anni e mezzo abbiamo tenuto qualche incontro coi ragazzi della Fiesole, sempre belli e fatti di sincerità, spontaneità e lealtà. Dicendosi in faccia le cose che pensiamo, noi e loro. Ogni volta ne usciamo con carica e anche oggi è stato così, ci spingono a sudare la maglia e tenere altissimo l'entusiasmo. Loro non ci abbandoneranno mai, anche oggi l'hanno dimostrato, ci hanno spinto verso la vittoria. Sentire cantare il tuo nome fa piacere, li ringrazio di tutto cuore. Al dodicesimo minuto della partita di oggi mi sono venuti i brividi".

Che si attende dalla gara di Bologna?
"Sarà difficile, avete visto tutti quest'anno cosa sta facendo il Bologna e già le due partite fatte in stagione con loro sono state bellissime. Mi auguro ne venga fuori una come queste, poi che vinca il migliore. Grazie alla vittoria lavoreremo con un entusiasmo diverso".

Beltran, con Belotti, diventerà trequartista?
"Già in precedenza avevamo provato questa soluzione, continuando a lavorarci anche dopo delle prime uscite non ottime. Se tiriamo fuori Lucas dalle maglie di difensori più strutturati di lui può aiutarlo a giocare più libero. Con tanti impegni ravvicinati, possiamo utilizzarlo anche così. Nulla però è precluso per nessuno, bisogna andare forte e guadagnarsi i minuti. Questo è il principio che regna nella Fiorentina, da domani si prepara il Bologna. Qualcuno ha faticato, i cambi di Belotti e Gonzalez sono fatti per salvaguardare e proteggere i ragazzi, avrei voluto farlo anche con Ikoné. Vedremo mercoledì le scelte da fare".

CLICCA E SCOPRI TUTTO SU FIORENTINA-FROSINONE