Le pagelle del Pordenone - Pobega incanta. Bene i due centrali

18.01.2020 16:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: TMW
© foto di www.imagephotoagency.it
Le pagelle del Pordenone - Pobega incanta. Bene i due centrali

Di Gregorio 6,5 - Prova invano a distendersi sulla splendida traiettoria di Dionisi, che non gli lascia scampo. Para un rigore a Ciano, che lo fredda però sulla ribattuta.

Semenzato 5 - Giudizio di una serata sotto ritmo appesantito dal fallo evitabile su Tabanelli, che frutta al Frosinone il calcio di punizione poi capitalizzato da Dionisi.

Camporese 6,5 - Non sorprende il carattere episodico delle due reti del Frosinone: la difesa regge molto bene, grazie al suo lavoro in concerto con Barison. Nel finale si fa male, ma stringe i denti ed evita contrattempi a Tesser.

Barison 6,5 - C'è grande intesa con Camporese, che gli copre le spalle e agevola il suo compito. Ottimo senso della posizione e interventi quasi sempre corretti nella scelta del tempo.

De Agostini 6,5 - Gestisce in maniera ottimale la doppia fase, trovando il modo di servire anche qualche pallone potenzialmente interessante ai compagni. In avvio di ripresa è protagonista di un salvataggio sulla linea salvifico, dopo un flipper nell'area del Pordenone.

Misuraca 5,5 - Forse il meno brillante dei tre in mediana. Un po' precipitoso in alcune scelte, ci prova a metà ripresa con un destro secco da fuori che impegna Bardi.

Burrai 6 - Da vertice basso garantisce copertura alla difesa e buone geometrie in impostazione. Ottima l'interpretazione, anche se in alcune fasi sembra quasi nascondersi.

Pobega 7 - Primo tempo da tuttocampista: tremendamente efficace in interdizione, ribalta il fronte con disarmante facilità e trova spesso geometrie interessanti per Strizzolo e Candellone. Al minuto trentatré fa ammonire Paganini, che lo colpisce al volto con una manata. Il gol che vale il momentaneo due a uno è straordinario per la tempistica dell'inserimento e per la preparazione della volée.

Gavazzi 7 - Dopo aver servito un assist d'oro - più o meno intenzionale - non capitalizzato da Strizzolo, mette lo zampino sul pari di Candellone, chiamando in causa Bardi prima che il compagno insacchi a porta sguarnita. Suo il cross millimetrico che propizia il centro di Pobega. (Dal 90' Mazzocco s.v.).

Strizzolo 5,5 - Va a duello con i centrali opposti senza timore reverenziale, cercando anzi il contatto quanto più possibile per far valere le proprie doti fisiche. Nel primo tempo, imbeccato da Gavazzi, si divora il potenziale uno a uno dopo un controllo non perfetto. (Dal 71' Bocalon 5,5 - Esordio non indimenticabile: non lo si vede nei venti minuti finali).

Candellone 6,5 - Dopo quasi mezz'ora di lotta estenuante - e a tratti avvilente - può esultare per il tap-in di puro opportunismo che vale il momentaneo uno a uno. Dopo l'intervallo indossa l'elmetto, ma combina poco.