Grosso e Pippo Inzaghi, non solo sfida mondiale: 19 anni fa la prima volta da avversari

20.09.2021 18:30 di Francesco Cenci   vedi letture
Fonte: Frosinone Calcio Magazine/Lanzi
Grosso e Pippo Inzaghi, non solo sfida mondiale: 19 anni fa la prima volta da avversari
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Insidefoto/Image Sport

Otto stagioni avversari, per un totale di 16 confronti e tutti in serie B. Il parziale è di perfetta parità: 7 vittorie per parte, con 2 soli pareggi risalenti entrambi alla stagione di serie B 2007/08. Venti i gol del Brescia, 16 del Frosinone. A sua volta il Frosinone ha sbancato il Rigamonti 2 volte, l’anno della seconda promozione in serie A e nella gara di andata della scorsa stagione, 2-1 con gol nel finale del polacco Parzyszek. Brucia ancora la sconfitta patita nel girone di ritorno, 1-0, con gol di Ndoj al 93’. Ma era un altro Frosinone. La prima volta in assoluto tra le due squadre, al Comunale, finì 2-1 a favore dei giallazzurri guidati da Ivo Iaconi; la penultima e l’ultima in Lombardia terminarono con lo stesso punteggio con i gol di Gori e Ciano in rimonta dopo il provvisorio vantaggio di Ndoj nella stagione 2017-’18 e con lo stesso punteggio a favore dei canarini il 28 novembre scorso, appunto grazie alle reti di Zampano, Torregrossa e Parzyszek.

GLI EX – Fabio Grosso ha allenato il Brescia per 3 partite, dal 9 al 30 novembre 2019. Una brevissima e sfortunata parentesi con Cellino presidente, era il Brescia che comunque sarebbe poi precipitato in serie B al termine della stagione. Grosso a Brescia dette un segnale forte: non convocò Balotelli per la trasferta di Roma persa poi 3-0. Nelle due formazioni, ex è il portiere giallazzurro Stefano Minelli, bresciano doc, con 134 partite dal 2013 al 2108 con le Rondinelle in B e in Coppa Italia e 31 con la Primavera. Tra gli ex recenti troviamo il portiere Leali, difensore Blanchard, l’attaccante Cozzella (in giallazzurro da ds), i centrocampisti De Paola e Grande. Sono ascrivibili alla lista degli ex anche due allenatori del Frosinone di oltre 40 anni fa, Enzo Robotti e Gennaro Rambone, che da calciatori avevano giocato con i lombardi. Ed ex da tecnico Ivo Iaconi.

PILLOLE DI CURIOSITA’ – Camillo Ciano ha incrociato 13 volte il Brescia nella sua carriera, ai lombardi ha rifilato ben 6 reti ma solo 1 con la maglia del Frosinone in occasione del 2-1 in trasferta nella stagione 2017-’18, gol che valse una vittoria pesantissima per i giallazzurri.

Il cannoniere incontrastato delle sfide è Andrea Caracciolo con 5 reti, alle sue spalle i giallazzurri Marco Martini e Vincenzo Santoruvo e la rondinella Gorzegno (2) e una sfilza di giocatori con 1 gol. Ndoj ha segnato due gol ai canarini, uno da tre punti.

Martedi 21 settembre sarà il compleanno di due giallazzurri, Manzari e Novakovich, che sognano di essere della gara e brindare al successo magari con un loro gol. Nel Frosinone attuale sono 4 i giocatori che hanno varcato il muro delle partite a 3 cifre in campionato: Brighenti (121), Gori (201), Maiello (155), Ciano (135). I giallazzurri, prima della sconfitta casalinga contro le Rondinelle della passata stagione, arrivavano da 4 successi di fila sul Brescia. Dopo 4 giornate la squadra di Grosso (8 punti) – relativamente ai campionati Cadetti – è subito alle spalle (a -2) di quella di Longo (10 punti) che poi andò in serie A (2017-’18) ma anche dal Frosinone di Moriero (2009-’10, con 10 punti) che poi salvò con il cambio di panchina. I giallazzurri hanno ottenuto finora in serie B 151 vittorie in 11 campionati, compreso quello attuale. E sono imbattuti da 8 giornate, comprese le ultime 4 della stagione scorsa. Ancora il Frosinone: è a -1 dai 9 turni di imbattibilità della stagione 2019-’20, interrotta il 6 marzo con il ko casalingo contro la Cremonese. A proposito di striscia positiva, Ciano & soci non perdono in casa da 6 partite di fila in Serie B ma hanno vinto solo 1 volta (con il Pisa 3-1). Nel 2019-’20 la striscia maggiore di risultati utili di fila, ben 10, con7 vittorie e 3 pareggi. Il Brescia invece ha vinto le ultime 4 trasferte in Serie B, migliorando lo ‘score’ di 5 vittorie del 2007 e del 2012.

I TECNICI – Fabio Grosso e Pippo Inzaghi, che hanno diviso il trionfo mondiale di Berlino, sono stati avversari da calciatori ma non da allenatori. La prima volta tra i due fu nella stagione 2002-’03, Milan-Perugia 3-0 giocata esattamente 19 anni fa (era il 21 settembre 2002). L’ultima nel derby di andata tra Milan e Inter della stagione 2006-’07, successo per il neroazzurro Grosso 4-3. Il bilancio parla di 3 vittorie per Inzaghi, 2 per Grosso e 2 pareggi. Inzaghi contro il Frosinone ha vinto 2 volte alla guida del Benevento ed ha perso 1 volta da tecnico del Bologna, dopo quello 0-4 venne esonerato. Quanto a Grosso ha incontrato il Brescia 4 volte, 2 con alla guida del Verona e 2 da tecnico del Bari: 1 vittoria, 2 sconfitte ed 1 pareggio il bilancio.

L’ARBITRO – La gara è stata affidata a Federico Dionisi di L’Aquila, coadiuvato da Giovanni Baccini di Conegliano Veneto (Tv) e Oreste Muto di Torre Annunziata (Na). Quarto Uomo è Alberto Ruben Arena di Torre del Greco (Na), Var è Alessandro Prontera di Bologna, Avar Valerio Vecchi di Lamezia Terme (Cz). Dionisi ha diretto 4 volte i giallazzurri, l’ultima il 20 marzo scorso (0-3 in casa con il Lecce). Bilancio di 1 sconfitta, 1 pari 1 vittoria in campionato, in Coppa Italia il ko di Parma. In tre occasioni ha invece diretto il Brescia che ha vinto 2 volte e pereggiata 1.