PAGELLE Venezia-Frosinone 0-2: le pagelle dei canarini

03.10.2020 18:15 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
PAGELLE Venezia-Frosinone 0-2: le pagelle dei canarini
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Bardi 6.5: salva la porta canarina in più di un'occasione specie nel primo tempo

Brighenti 6: il meno in forma dei tre della difesa ma ha il merito di far partire l'azione del gol di Novakovich

Szyminski 7: Riscatta le brutte prestazioni con Empoli e Padova con una buona prova in fase difensiva e il primo gol con la maglia giallazzurra

Curado 6.5: buon esordio per lui con la maglia giallazzurra, attento e deciso negli interventi

Salvi 5.5: protagonista di una delle pochissime conclusioni del Frosinone nel primo tempo. Ha sofferto in alcune occasioni Maleh e si è beccato il giallo per un fallo evitabile a centrocampo(dal 50'st Zampano 6.5: entrato bene in partita ha dato una scossa sulla destra)

Maiello 6: primo tempo difficile con diversi lanci sbagliati. Nella ripresa cambia faccia insieme al resto della squadra

Kastanos 6: primo tempo anonimo, nella ripresa tanta quantità e lavoro sporco in mezzo al campo. Oltre la qualità, il cipriota ha fatto sentire i muscoli

Beghetto 6.5: gara ordinata la sua condita dall'assist per il gol di Szyminski (dal 87'st D'Elia sv)

Rohden 6.5: sempre importante la sua presenza in mezzo al campo. Bene in entrambe le fasi di gioco e assist per il gol di Novakovich

Parzyszek 5.5: si è visto raramente, forse non solo per demeriti propri ma il risultato è il medesimo. Non è stato un grande esordio, ma se ben servito ha dimostrato qualità (dal 50'st Novakovich 7: entra, segna e cambia il pomeriggio del Frosinone. Con lui in campo le soluzioni offensive non mancano mai)

Ciano 5.5: non una grande gara la sua, ha provato ad entrare nel vivo del gioco non riuscendo però ad incidere (dal 68'st Dionisi 5.5: entrato bene ha sprecato subito una chance per andare in rete. Da lui ci aspettiamo qualcosina in più)

Nesta 6.5: bravo a cambiare l'inezia della gara con i cambi giusti. Frosinone che ha saputo soffrire e poi colpire