Primavera 2 - Frosinone da manuale: un gol per tempo e il Crotone va ko

11.04.2021 16:30 di Stefano Martini Twitter:    Vedi letture
Fonte: Frosinone Calcio
Primavera 2 - Frosinone da manuale: un gol per tempo e il Crotone va ko
© foto di Frosinone Calcio

FROSINONE (4-2-3-1): Trovato; Potenziani, Vecchi, Bracaglia, Nigro; Bruno, Battisti (20 st’ Peres); Mattarelli (43’ st Piacentini), Vitalucci (43’ st Orlandi), Di Palma (20’ st Coccia); Jirillo (43’ st Morelli).

A disposizione: Palmisani, Pacetti, Schiavella, D’Agostino.

Allenatore: Marsella.

CROTONE (4-3-3): D’Alterio; D’Aprile (34’ st Torromino), Esposito, Brescia, Mignogna (18’ st Nicotera); Ranieri,  Simone (18’ st Palermo), Timmoneri; Frustaglia (18’ st D’Andrea), Trotta, Bilotta (34’ st Maesano).

A disposizione: Pasqua, Abbruzzese, Lerose, Fragale, Gozzo, Cantiusani.

Allenatore: Galluzzo.

Arbitro: Giorgio Vergaro di Bari; assistenti Marco Toce di Firenze, Giuseppe Luca Lisi di Firenze.

Marcatore: 22’ Di Palma (F), 36’ st Vitalucci (F).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 5-3 per il Crotone; ammoniti: 34’ pt Trotta, 12’ st Esposito, 14’ st Mignogna; recuperi: 1’ pt; 3’ st; nella tribuna di fronte alla centrale hanno assistito alla gara Gori, Vitale, Maiello, Salvi e il match-analyst Biso.

FERENTINO (FR) – Una rete per tempo, di Di Palma al 22’ del primo e Vitalucci al 36’ del secondo, e il Frosinone con una gara da manuale batte all’inglese un Crotone mai domo. Partita da incorniciare per i ragazzi di Marsella che hanno anche vanificato almeno 4 nitide occasioni da rete nei due tempi.

GLI SCHIERAMENTI – Marsella si schiera con il 4-2-3-1 che ormai è diventato il marchio di fabbrica dei giallazzurri. Tra i pali Trovato, in difesa da destra a sinistra ci sono Potenziani, Vecchi, Bracaglia e Nigro, Bruno e Battisti sono i due metronomi, nella batteria di trequartisti Mattarelli e Di Palma rispettivamente a destra e sinistra con Vitalucci che agisce sotto l’unica punta Jirillo. Non ci sono Santarpia, Santi, Selvini, Maugeri e il secondo portiere Vilardi per problemi fisici oltre allo squalificato Maestrelli.

Il Crotone in campo con il 4-3-3 che presenta D’Alterio tra i pali, difesa a quattro con D’Aprile, Esposito, Brescia e Mignogna da destra a sinistra, quindi Ranieri, Simone e Timmoneri in mezzo al campo, attacco che fa perno su Trotta e sfrutta l’ampiezza con Bilotta e Frustaglia.

ASSE VITALUCCI-DI PALMA, VANTAGGIO FROSINONE – Avvio vivace di entrambe le squadre, il primo pericolo lo crea il Crotone al 4’, un pallone dell’attaccante esterno Bilotta sul quale è comunque attenta la difesa giallazzurra a contrastare la fisicità di Trotta. I rossoblu (per l’occasione in maglia bianca) si affacciano in maniera corale nella metà campo del Frosinone, i canarini si affidano anche ai lanci lunghi del portiere Trovato. Che si scomoda per la prima parata della partita al 9’, cross telefonato dalla sinistra di D’Aprile e bella uscita in presa del portiere scuola Roma sull’attacco di Trotta. Al 10’ Vitalucci sceglie la percussione centrale, la difesa rossoblu arretra in blocco, passaggio filtrante su Di Palma ma Brescia ci mette un piede ed evita guai per D’Alterio. Al 12’ il Frosinone gioca di prima intenzione 10 tocchi di fila in un fazzoletto di campo sul fronte destro dell’attacco, la difesa dei pitagorici chiude sul passaggio filtrante che cercava Jirillo in mezzo all’area. Sale anche il tono agonistico in campo ma la partita è comunque bella e aperta e inizia a pendere dalla parte di Bracaglia & soci. Il Frosinone cerca costantemente l’ecletticità e il dinamismo di Vitalucci, capace di creare spazi e superiorità numerica col suo movimento a pendolo su tutto il fronte offensivo, attorno a lui si chiude la gabbia dei giocatori del Crotone. Al 18’ punizione da posizione interessante per il Frosinone, corta l’esecuzione di Mattarelli. Azione-gol canarina al 20’, Bruno prende l’out sul fronte destro dell’attacco ma Mignogna chiude a due passi dal portiere e salva. Alza ancora di uno step il livello dell’intensità e delle giocate la formazione di Marsella, è il Crotone adesso che opta per una sistematica manovra di rimessa ed è costretto a guardare. Il pallino del gioco è tutto nelle disponibilità dei giallazzurri che al 22’ passano in vantaggio: Vitalucci ipnotizza mezza difesa del Crotone al limite, tocco sul movimento in area di Di Palma che fa due metri e di sinistro brucia D’Alterio per il vantaggio del Frosinone.

JIRILLO NON TROVA IL COLPO DEL KO, PAURA PER BRUNO CHE POI RIENTRA IN CAMPO – Ciociari galvanizzati dal gol. Si scatena Vitalucci 1’ dopo, dribbling a raffica in area, la difesa del Crotone arranca e si salva in angolo. E nel giro di 1’ almeno due nitide occasioni per i canarini che però non sono spietati a due passi da D’Alterio, la seconda con Jirillo che tra una sportellata e l’altra non trova l’angolo di tiro utile.

Si riaffaccia nella metà campo del Frosinone un Crotone sferzato dalle urla del tecnico Galluzzo ma è sempre la squadra di Marsella a giocare con buona fluidità e attenzione. E’ ancora il Frosinone vicino al raddoppio al 33’: scambio di prima intenzione che manda in tilt tutte le coperture dei giocatori in maglia bianca, pallone per Jirillo che perde l’attimo e si fa rimpallare il tiro del 2-0. Poi è Trotta che commette fallo ancora su Jirillo a 5 centimetri dalla linea fatidica dell’area di rigore, giallo per l’attaccante del Crotone e punizione ghiotta che Vitalucci non sfrutta a dovere. Ancora una bella azione dei canarini al 39’, Jirillo-Mattarelli-Jirillo ma il cross non trova nessuno a raccogliere. Nel frattempo la difesa del Frosinone si muove in maniera armoniosa sugli scarsi attacchi del Crotone che dopo gli scampoli iniziali è apparso totalmente in balìa del Frosinone. Brutto incidente al 41’, punizione di Vitalucci con Bruno che entra in rotta di collisione con il portiere ospite D’Alterio e riporta la peggio. Debbono intervenire i sanitari, il ragazzo esce dal campo per qualche minuto prima di rientrare per gli ultimi secondi della prima frazione di gioco che si chiude con il Frosinone meritatamente avanti di un gol.

DOPPIO PERICOLO A TESTA, LA SFIDA SI SCALDA – Si riparte senza modifiche nei due schieramenti. E il Crotone al 3’ sfiora il pareggio per una disattenzione: cross di Mignogna senza grandi pretese, Trovato ci arriva con la punta delle dita, il pallone sta per infilarsi sul palo opposto ma c’è l’intervento provvidenziale di Bracaglia che permette allo stesso Trovato di riprendere il pallone. Il Crotone al 4’ urla per un presunto contatto tra Bilotta e Bracaglia ma l’arbitro posizionato in maniera ottimale fa segno di proseguire. E’ un Crotone deciso a trovare il pareggio, la difesa giallazzurra barcolla ma non molla. Al 9’ Vitalucci vede D’Alterio oltre la linea bianca dell’area grande e priva il pallonetto che gli riesce a metà, il portiere c’è. Mattarelli eccede nell’uno contro uno, rimedia un angolo ma si prende i rimbrotti di Marsella. Sul rovesciamento di Frosinone bravo Trovato a dire di no a Mignogna che si era infilato a destra. E Frosinone vicino al 2-0, pennellata di Vitalucci, Nigro a botta sicura regala il pallone a D’Alterio con un colpo di testa morbido e centrale. Ancora Vitalucci, ancora su punizione: stavolta l’italo-giapponese cerca il primo palo, D’Alterio salva alla meglio. Nel Crotone si fa male Mignogna, difesa in difficoltà ma Di Palma sparacchia fuori da posizione invitante. Tre cambi per i calabresi: fuori Mignogna, Frustaglia e Simone e dentro Nicotera, D’Andrea e Palermo. Risponde Marsella con Coccia e Peres per Di Palma e Battisti al 20’.

VITALUCCI BIS, AZIONE DA MANUALE – Si lotta su ogni pallone, la bella partita del primo tempo ha lasciato spazio ad una sfida dai toni agonistici intensi. Alla mezzora Palermo prova la conclusione dai 25 metri, pallone alto. Frosinone contrastato in angolo al 3’, dalla battuta di Vitalucci ne esce un pericolo per D’Alterio ma l’arbitro rileva un fallo di Nigro che pure piomba a terra. Doppio cambio finale per gli ospiti: Maesano per Bilotta e Torromino per D’Aprile al 34’. E al 36’ il Frosinone concede il bis d’autore: Potenziani esce sull’out di destra palla al piede, lungo linea per Jirillo che aspetta l’inserimento di Vitalucci e lo serve al bacio, Hide si infila in area avversaria e batte D’Alterio con un rasoterra beffardo. Azione da manuale del calcio, in linea con l’intera partita dei canarini. Tris di cambi per il Frosinone al 43’: Piacentini, Orlandi e Morelli per Mattarelli, Vitalucci e Jirollo. Ma nei 2’ del tempo regolamentare e nei 3’ di recupero i giallazzurri gestiscono il doppio vantaggio e al triplice fischio finale passano all’incasso dei tre punti che significano 4.a vittoria nelle ultime 5 gare. I giallazzurri per la cronaca, mercoledi prossimo recupereranno la gara di Benevento. E poi, in rapida successione, in attesa dell’ufficializzazione, in casa con lo Spezia, a Reggio Calabria, in casa con il Pescara e, appunto, a Napoli.