Coppa Italia: la Fiorentina piega 2-1 il Padova, ma che fatica nel finale

29.10.2020 14:30 di Andrea Pontone Twitter:    Vedi letture
Coppa Italia: la Fiorentina piega 2-1 il Padova, ma che fatica nel finale
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca 2020

Una Fiorentina ancora balbettante e insufficiente, batte il Padova (capolista in Serie C) e accede al quarto turno di Coppa Italia. Prova accettabile dei viola nel primo tempo (chiuso sul 2-0) poi la squadra sparisce e dà vita alle speranze di un Padova encomiabile per la sua prova dopo aver vissuto una giornata molto difficile. L'inizio previsto per le 17 è slittato alle 17.30 per l'emergere di una positività al Covid nello staff sanitario dei veneti. Poi, i tamponi eseguiti di nuovo su tutto il gruppo patavino hanno dato esito positivo anche per due giocatori, con ulteriore slittamento di 10 minuti, si legge sul quotidiano La Nazione.

Poche note positive tra i viola: Venuti (al gol) , Quarta, il ritrovato Saponara, il prezioso Terracciano che ha salvato il risultato.

Primo tempo - In un clima un po' surreale per giocare a calcio si gioca e sono i viola, come è ovvio (ma non lo sarà nella ripresa) a fare la partita passando al 10': bel cross di Callejon, colpo di testa di Venuti ed è gol. Nella formazione dei viola guidati da Iachini molte novità per far rifiatare i titolari. In porta tocca a Terracciano, torna in campo Saponara, giocano Igor e (appunto) Venuti, mentre in avanti ci sono a Cutrone e Callejon, con lo spagnolo ancora utilizzato come seconda punta.

Con un Padova volenteroso, ma certo scosso dalla giornata tra tamponi e positività al Covid, i viola sono padroni del campo pur su ritmi blandi. Al 25' bella azione di Barreca da sinistra, sul cross Cutrone arriva in ritardo di un soffio. 

Al 30' splendido tiro da fermo di Saponara, palla contro la traversa. Passa un minuto e Callejon, complice una deviazione, infila il 2-0.

Secondo tempo - Si gioca la ripresa della sfida di Coppa Italia (chi vince accede al quarto turno) tra  Fiorentina e Padova. Come nel primo tempo ci sono ritmi blandi con i viola che controllano il  gioco. La squadra gigliata, però, al 9' si fa sorprendere e incassa un gol dall'ex viola Santini (fiorentino doc) con una bella rovesciata in area di rigore. 

Al 12' Saponara (bella prova da parte sua) fa un assist per Cutrone che si fa respingere il pallone dal portiere Vannucchi. Ancora Cutrone, in serata no, fallisce un'occasione davanti alla porta. Carillo inserisce Ribéry per Saponara e Kouame per Cutrone.

I viola giochicchiano e il Padova ci crede premendo con forza- al 30' Nicastro coglie il palo e ai gigliati va davvero bene. Sempre Nicastro nel finale impegna Terracciano e il portiere viola salva il risultato.

L'obiettivo del passaggio del turno è raggiunto, ma sul piano del gioco questa Fiorentina è molto indietro.

FIORENTINA (3-4-2-1) – Terracciano; Quarta, Milenkovic (K), Igor; Venuti, Pulgar, Duncan [90+2 Castrovilli], Barreca [78 Biraghi]; Callejon [90+2 Vlahovic], Saponara [67 Ribery]; Cutrone [67 Kouamé]
A disp.: Dragowski, Lirola, Caceres, Amrabat, Bonaventura, Montiel, Ponsi
All.: Giuseppe Iachini

PADOVA (4-3-2-1): Vannucchi; Della Latta, Pelagatti, Andelkovic, Gasbarro; Mandorlini [65 Hraiech], Ronaldo (K) [46 Germano], Hallfredsson [81 Jelenic]; Buglio [46 Santini], Curcio; Soleri [65 Nicastro]
A disp.: Burigana, Merelli, Biancon, Vasic, Fazzi, Bifulco
All.: Andrea Mandorlini

Arbitro: Santoro (Messina)
[Scatragli-Pagliardini]
IV uff.: Bitonti

Ammoniti: 28 Andelkovic (P), 41 Buglio (P), 43 Hallfredsson (P), 86 Pelagatti (P), 87 Pulgar (F)
Espulsi: 28 componente della panchina del Padova
Pali/traverse: 31 Saponara (F), 33 Cutrone (F), 76 Nicastro (P)
Recupero: p.t. 1′ – s.t. 4′.