Frosinone, Zampano a "Il Messaggero": "Sogno la Serie A con questa maglia”

24.11.2021 12:30 di Francesco Cenci   vedi letture
Fonte: Il Messaggero Frosinone
Frosinone, Zampano a "Il Messaggero": "Sogno la Serie A con questa maglia”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Paolo Baratto/Grigionline.com

 Francesco Zampano, difensore del Frosinone, ha parlato ai microfoni dell’edizione Ciociara de “Il Messaggero“: “Si parla tanto della difesa, ma se abbiamo ottenuto determinati risultati è perché tutta la squadra ci sta dando una mano, a partire dal centrocampo che fa un lavoro enorme per contenere le iniziative offensive degli avversari. Quale fascia preferisco? Io mi metto a disposizione del mister e per me destra o sinistra pari sono. Non ho problemi o particolari preferenze, anche se a sinistra mi trovo molto bene ed in quella posizione ho anche segnato tre dei miei gol in Serie B.

Stiamo facendo un ottimo campionato nonostante che l’obiettivo della vigilia ed i progetti erano sicuramente di più basso profilo perché siamo una squadra molto giovane. Siamo arrivati a questo punto grazie ai nostri allenamenti e del lavoro fatto nel ritiro precampionato. L’unico rammarico è quello di aver lasciato per sfortuna qualche punto in gare che, per quanto visto in campo, potevamo chiudere meglio, vedi quelle con il Brescia o Cittadella per esempio.

Contro il Lecce abbiamo disputato un gran primo tempo, poi è normale un calo per quanto speso. Ci sono anche le avversarie, ed avversarie di grandi qualità come il Lecce che per me è la squadra più attrezzata del campionato, eppure l’abbiamo messa sotto. Unico cosa è che dobbiamo concretizzare maggiormente le occasioni da gol, essere magari un po’ più cinici, però, tornando al Lecce, abbiamo conquistato sicuramente un ottimo punto.

I momenti più esaltanti della mia carriera? Sicuramente la promozione in Serie A con il Pescara di mister Oddo, ma ci sono stati tanti momenti belli. Il mio sogno nel cassetto? Un sogno sarebbe quello di salire in Serie A con il Frosinone, per soddisfazione personale, ma anche e soprattutto per questa piazza. Frosinone ha una tifoseria speciale, molto calda e passionale che merita grandi soddisfazioni. Se riusciremo a farcela? Non è questo il momento di pensarci. Dobbiamo ragionare gara per gara nella consapevolezza che è un campionato molto difficile, per me il più alto di livello ed equilibrato da quando gioco in questa categoria. Ora c’è il Pordenone e non sarà affatto facile. Poi tutte le altre. Dobbiamo solo lavorare sodo e pensare a dare il meglio partita dopo partita“.