Frosinone-Monza 2-2, le pagelle: Di Gregorio para qualunque cosa, Iemmello is on fire

03.03.2021 00:00 di Stefano Martini Twitter:    Vedi letture
Frosinone-Monza 2-2, le pagelle: Di Gregorio para qualunque cosa, Iemmello is on fire
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Frosinone - Monza 2-2
Marcatori: 17' Iemmello (F), 19' Paletta (M), 43' Gytkjaer (M), 47' Salvi (F)

FROSINONE
Bardi 6,5 - Su Paletta da due passi fa una parata d’istinto, ma sulla ribattuta non può farci nulla. Poche responsabilità anche sulla seconda rete siglata dalla compagine brianzola. Nel finale si inventa un paio di parate decisive.

Curado 6 - Limita come può D’Alessandro, si butta su un paio di conclusioni per poter evitare il peggio. Dei tre centrali è l’unico che porta a casa la sufficienza.

Szyminski 5 - Fa parecchia fatica durante tutto il match, non è semplice gestire le giocate da parte degli ospiti. Errore di concetto sul gol di Gytkjaer, poteva fare qualcosa di più.

Capuano 5 - Perde la marcatura su Paletta al momento del primo gol del Monza, lotta con Diaw ma spesso perde il duello in velocità col numero 66 ospite.

Salvi 7,5 - Non inizia col piede giusto, ma dopo qualche minuto diventa una spina nel fianco sinistro dei brianzoli. Firma il 2-2 con una conclusione al volo precisa e praticamente imparabile.

Boloca 6 - Il primo tiro della partita è il suo, Nesta gli chiede di attaccare lo spazio e lui esegue riuscendo a creare diversi problemi alla difesa ospite. L’intensità cala col passare dei minuti. (Dal 77’ Tribuzzi s.v.).

Maiello 6,5 - Gioca più sulla trequarti, recupera un bel po’ di palloni tra le linee. Sul gol di Iemmello gioca semplice e in maniera efficace: apre il compasso e si inventa un lancio perfetto.

Gori 6 - Macina un bel po’ di chilometri, non si ferma quasi mai. Nella seconda frazione l’intensità diminuisce, quando gli capita l’occasione prova anche il tiro da lontano.

Vitale L. 7 - Appena inizia a prendere confidenza crea parecchi problemi, da applausi l’assist che porta alla rete di Salvi. (Dal 78’ Zampano s.v.).

Novakovich 6 - Va a fiammate, ma quando si accende diventa pericoloso. Diverse occasioni da gol, poteva fare qualcosa in più.

Iemmello 7 - Nel primo tempo è uno dei più propositivi, trova anche un gran gol col tocco sotto. Tanto movimento, nella ripresa si divora una rete quasi fatta. (Dal 63’ Ciano 5,5 - Non sfrutta due occasioni che avrebbero potuto cambiare la sfida).

MONZA
Di Gregorio 7,5 - Se la squadra di Brocchi esce dal Benito Stirpe con un punto in tasca è soprattutto merito suo. Diventa protagonista nel finale con tre interventi decisivi, sui due gol subiti può fare poco e nulla.

Donati 5 - Vitale diventa un bel problema sulla sua zona di competenza. Sbaglia parecchio, davanti si vede meno. E l’attacco soffre senza cross e rifornimenti.

Bellusci 5,5 - Due clienti scomodi dalle sue parti, concede un bel po’ di spazio e buca un paio di interventi che rischiano di far crollare la difesa. Non è una giornata positiva, ma dal punto di vista dell’atteggiamento non gli si può criticare nulla.

Paletta 6,5 - Prima protagonista in negativo, poi si fa perdonare nel giro di due minuti. Sbaglia l’intervento su Iemmello, ma poi trova il gol del pareggio sugli sviluppi di un corner.

Carlos Augusto 5 - Troppo alto sulla prima rete subita, Salvi gli crea parecchi grattacapi. Non si vede mai in attacco.

Armellino 5,5 - Gira a vuoto in alcune fasi del match, serve maggiore concentrazione nel momento cruciale del campionato. (Dall’80’ Frattesi s.v.).

Scozzarella 7 - Un giocatore completamente differente rispetto alle ultime uscite. Alza il tasso tecnico e si vede al momento della rete di Gytkjaer, da manuale il lancio da 60 metri in profondità. (Dal 79’ Barberis s.v.).

Barillà 5,5 - Primo tempo giocato in maniera diligente senza mai forzare il ritmo. Nella ripresa deve fare da collante tra i reparti, ma perde la lucidità col passare dei minuti. (Dal 73’ D’Errico 6 - Si piazza in mezzo al campo, ma questa volta fa maggiore fatica rispetto le ultime due gare giocate).

Djily Diaw 6,5 - Manca soprattutto in zona gol, ma comunque ci prova fino al fischio finale. Utile anche quando deve aiutare i compagni in fase di non possesso.

Gytkjaer 7,5 - Farà pure un lavoro ‘oscuro’, ma diventa decisivo per il punteggio finale. Gran movimento sul primo palo al momento della prima rete, giocata da numero 9 sul secondo gol. Tocca pochi palloni, ma lo fa nella maniera corretta.

D'Alessandro 5 - Partita da dimenticare. Quando si accende crea sempre pericoli, ma perde parecchi palloni. Salvi e Curado lo limitano. (Dal 74’ Maric 6 - Buon approccio al match, sfiora anche la rete del 3-2).