Serie B, Frosinone-Pisa: sfida da dentro o fuori con in palio i playoff

31.07.2020 12:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: tmw
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Serie B, Frosinone-Pisa: sfida da dentro o fuori con in palio i playoff

Tutto in 90’. La sfida di stasera (ore 21) tra Frosinone e Pisa, valida per la 38^ giornata di Serie B, è un incrocio da dentro o fuori con il palio un pass per la partecipazione ai playoff. Nell’ultima gara della regular season i ciociari puntano a invertire il trend negativo post lockdown (una sola vittoria) mentre i toscani, raggiunto l’obiettivo salvezza con due giornate di anticipo, cercheranno di impreziosire il loro campionato con la qualificazione agli spareggi promozione. All’atto finale le due squadre arrivano appaiate, a quota 53 punti, insieme al Chievo. Tantissime le combinazioni possibili (coinvolte anche Salernitana a 51 e Empoli a 50) ma entrambe sono padrone del proprio destino: in caso di vittoria non sarà necessario attendere i risultati dagli altri campi.

COME ARRIVA IL FROSINONE – Nesta può sorridere per i recuperi di Rohden e Tabanelli, ma a centrocampo perde Mirko Gori che nella seduta di rifinitura ha riportato un trauma contusivo alla spalla destra. Due assenze anche in difesa, dove non sono stati convocati l’infortunato Capuano e lo squalificato Krajnc. La linea a tre davanti a Bardi sarà composta da Brighenti, Ariaudo e Szyminski. In mezzo Tabanelli proverà a stringere i denti e partire dal primo minuto. Dionisi, Ciano e Novakovich si contendono due maglie.

COME ARRIVA IL PISA – Senza Belli e Stefano Gori, la cui stagione può ritenersi già conclusa dopo la lussazione della spalla, D’Angelo rinnova la fiducia tra i pali a Perilli, alla seconda da titolare dopo due anni senza giocare match ufficiali. Solito dubbio sul modulo: 4-3-1-2 o 3-5-2? La certezza è la presenza di Marconi come centravanti. Al suo fianco ballottaggio aperto tra Vido e Masucci. Tanta abbondanza a centrocampo, dove sembra scontato il ritorno dal 1’ di Gucher, così come la conferma di Siega, match winner contro l’Ascoli.