PRIMAVERA 2, IL FROSINONE COME PENELOPE: FA E DISFA, L’ENTELLA RINGRAZIA E VINCE 3-2

18.04.2021 00:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Frosinone Calcio
PRIMAVERA 2, IL FROSINONE COME PENELOPE: FA E DISFA, L’ENTELLA RINGRAZIA E VINCE 3-2

ENTELLA CHIAVARI (4-3-1-2): Pastine, Bruno, Basani, Muller Cecchini, Reali, Garbarino A., Maresca (19’ st Frateschi), Mogos (11’ pt Prosdocimi), Villa, Macca (35’  Costa), Oliveri (35’ st Mazzotta).

A disposizione: Tozaj, Grosso, Giammaresi, Furio, Garbarino L., Palade, Amato.

Allenatore: Melucci

FROSINONE (4-2-3-1): Trovato; Potenziani (9’ st Nigro), Vecchi, Bracaglia, Coccia; Battisti (23’ st Bruno), Santarpia (30’ st Schiavella); Mattarelli, Vitalucci (9’ st Peres), Di Palma; Jirillo (9’ st Luciani).

A disposizione: Palmisani, De Blasio, Maestrelli, Piacentini.

Allenatore: Marsella.

Arbitro: sig. Daniele Virgilio della sezione di Trapani; assistenti sigg. Giorgio Ravera della sezione di Lodi e Alessandro Antonio Boggiani della sezione di Monza.

Marcatori: 21’ pt Bruno (E), 40’pt Maresca (E), 22’ st Vitalucci (F), 23’ st Villa (E), 43’ st Luciani (F, rig).

Note: partita a porte chiuse; angoli: 5-2 per l’Entella; ammoniti: al 22’ st Nigro, al 46’ st Bruno, al 48’ st Costa; recuperi: 1’ pt; 4’ st.

CHIAVARI – Il Frosinone come Penelope, fa (tanto) e disfa (altrettato) e così esce sconfitto (3-2) ma torna a testa alta dalla trasferta in casa della Virtus Entella. La squadra di Marsella nel finale accorcia le distanze e produce il massimo sforzo che però non porta al pareggio che, nella disamina dei 95’ di gioco totali, probabilmente avrebbero ampiamente meritato. La sconfitta è mitigata dalla decima rete in campionato di Hide Vitalucci e dal ritorno al calcio giocato dopo quasi 8 mesi di essenza di Luciani che ha bagnato l’esordio con un gol.

Marsella schiera i suoi con il consueto 4-2-3-1 che vede Trovato tra i pali, linea difensiva composta da destra a sinistra da Potenziani, Vecchi, Bracaglia e Coccia. Battisti e il rientrante Santarpia dettano lo spartito per i trequartisti Mattarelli, Vitalucci e Di Palma alle spalle della punta Jirillo.

PRIMO TEMPO – Primo tempo anche abbastanza equilibrato ma l’Entella è brava a capitalizzare al meglio due occasioni, dall’altra parte un Frosinone che in zona-gol ha lasciato un po’ a desiderare. Al 2’ angolo per l’Entella, pallone invitante sul secondo palo, Bruno è bravo a svettare con un bel colpo di testa, pallone che si impenna sulla traversa. E’ un campanello d’allarme per la difesa giallazzurra. La gara è subito vivace tra due formazioni che mettono in mostra anche buone individualità. All’11’ si fa viva la squadra di Marsella con Bracaglia che fa un break sulla trequarti, detta per Vitalucci un po’ spostato sulla corsia mancina, tiro cross sul quale c’è l’anticipo di Garbarino A. Al 17’ grande occasione per il Frosinone, azione interessante di Di Palma che crossa al centro dell’area avversaria, la difesa dell’Entella respinge ma la sfera arriva a Potenziani che infila ancora nel traffico un pallone ghiotto per Vitalucci appostato sul secondo palo ma ancora Garbarino A. è provvidenziale questa volta a deviare in angolo. Nel ribaltamento di fronte c’è l’attaccante di casa Villa che si trova nell’uno contro uno con il giallazzurro Vecchi dal quale è bravo ad uscire dalla figura, tiro non fortissimo ma angolato che Trovato devia in angolo con la punta delle dita della mano destra. Su azione da calcio d’angolo arriva il 21’ il vantaggio dei padroni di casa: batti e ribatti in area, la sfera schizza dalle parti di Bruno che infila alle spalle di Trovato. Palla al centro, il Frosinone riparte subito a testa bassa, percussione col il suo solito stile da parte di Vitalucci, gran botta che Pastine respinge. L’Entella cerca di gestire il vantaggio minimo, il Frosinone non demorde. Al 30’ però Potenziani esce non benissimo sulla fascia di pertinenza, la destra, contropiede dei liguri e bella risposta da parte di Trovato. Non c’è tregua perché i giallazzurri si proiettano subito nella metà campo dell’Entella ma Vitalucci è troppo solo nell’affondo e la morsa della difesa dei padroni di casa si chiude senza appello. Al 36’ bella azione dei canarini, corale e tutta ad un tocco: Battisti cerca la sponda di Jirillo che gli ridà palla, servito nello spazio Potenziani che crossa forte, ancora Jirillo va a raccogliere in avvitamento, gran tiro e Pastine devia d’istinto, strozzando in gola l’urlo del gol ai canarini. I giallazzurri oltre la mezz’ora concedono qualcosa sotto il profilo fisico, le tre partite in sette giorni si fanno sentire nelle gambe e nella testa. Al 34’ è Villa che alza la mira dopo una mischia in area del Frosinone. Ancora 3’ ed è Trovato a dire ancora di no questa volta a Maresca, col portiere che devia di piede un fendente ad incrociare. Al 40’ arriva il bis dell’Entella: ancora un mischione in area del Frosinone, i liguri fanno valere la maggiore fisicità su tocchi e rimpalli, arriva ancora Maresca, botta secca che Trovato intuisce ma il pallone termina alle sue spalle.

SECONDO TEMPO – Il Frosinone si ripresenta in campo deciso a cambiare le sorti del march. Al 1′ tiro di Di Palma dal vertice sinistro, palla alta. Al 13′ ennesima mischia nell’area giallazzurra, Oliveri colpisce di testa, palla deviata in corner. Attorno al quarto d’ora i canarini a tutto gas. Al 15′ Peres va via in percussione, il suo tiro viene rimpallato e perde potenza; al 16′ spunto di Battisti a sinistra, serie di rimpalli, Luciani appena entrato calcia di potenza, ma il portiere para. Incredibile al 17’ quando c’è una triplice clamorosa occasione per il Frosinone, ma prima Battisti per due volte e poi Peres non riescono a mettere la palla dentro. Mancanza di precisione ed anche di un po’ di necessaria lucidità. Al 22′ però arriva il gol della squadra di Marsella bel cross dell’ottimo Mattarelli e Vitalucci insacca di testa. Ma come accaduto già mercoledi scorso a Benevento, i canarini si rilassano e 1’ dopo l’Entella ringrazia e riguadagna due lunghezze di vantaggio. Malinteso tra Bracaglia e Trovato che aveva lasciato i pali per recuperare il pallone, per Villa è semplice insaccare a porta vuota. Imperdonabile caduta di tensione. La squadra di Melucci è ringalluzzita, Al 26′ Macca ha una buona palla sul secondo palo ma la conclusione fortunatamente per il Frosinone è da dimenticare. E allora i giallazzurri riprovano a rimettere in sesto la tela, al 33′ Peres conquista palla a centrocampo e parte incontrastato, entrato in area, spostato a sinistra calcia, tiro facile ma la palla va alle stelle. Si va a testa bassa alla ricerca del gol che ridia speranza, al 42′ Bruno dà un bellissimo pallone a Vitalucci che viene atterrato dal portiere. È rigore netto, lo calcia Luciani, lento e centrale, il portiere respinge, ma lo stesso Luciani si riprende il pallone e segna. Nel recupero tante mischie davanti a Pastine, ma non arriva quello che sarebbe stato un meritato pareggio. Ma per i giallazzurri, in attesa di capire se mercoledi si giocherà il recupero casalingo con il Pescara (ore 15.30) è tempo di analizzare quelle pause fatali da parte dei singoli che sono già costate diversi punti.