Cremonese, Pecchia: “Risultato nel primo tempo un po’ bugiardo”

27.02.2021 18:15 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: cuoregrigiorosso.com
Cremonese, Pecchia: “Risultato nel primo tempo un po’ bugiardo”
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

Al termine della sfida vinta contro il Frosinone il tecnico grigiorosso Fabio Pecchia ha risposto alle domande dei giornalisti: «Abbiamo lasciato delle cose per strada abbastanza negative, ok i tre punti ma dobbiamo pensare alla prossima gara. Partita meritata, ma il risultato nel primo tempo è stato un po’ bugiardo». 

Due nei della gara di oggi sono le espulsioni (ingenue) di Valeri e Carnesecchi:«Due incidenti di percorso che paghiamo a caro prezzo, potevamo gestire la situazione in maniera diversa, peccato perché sono arrivati a partita finita. Domani affronteremo meglio il discorso. Sicuramente è una vittoria importante che va analizzata a fondo, questo è il mio compito. Dobbiamo però iniziare a pensare già al Vicenza». Il successo accresce il morale dei grigiorossi: «La convinzione dei propri mezzi arriva dopo prestazioni e risultati, devo far crescere la rosa. Ho bisogno delle energie di tutti così com’è stato Buonaiuto che ha giocato un tempo, non possiamo più affrontare gli infrasettimanali come l’altra volta. Se vogliamo affrontarlo con il piglio giusto sarà fondamentale valutare tutti i giocatori.

Con il Pisa abbiamo sbagliato diverse ripartenze, così come a Brescia: in settimana ne abbiamo parlato per eliminare gli errori e nel secondo tempo avevamo a disposizione spazi molto aperti. Nel primo tempo abbiamo subito troppo una squadra forte, soprattutto sulle palle inattive dove abbiamo rischiato. Il Frosinone meritava qualcosa in più, poi l secondo tempo l’abbiamo gestito molto bene». La lotta salvezza però è ancora lunga: «Dobbiamo vincere la prossima partita, non siamo nelle condizioni di poter spostare il mirino. Dobbiamo concentrarci sulla prossima gara e giocarci sempre il massimo della posta, al resto penseremo alla fine. Sembrano frasi atte ma bisogna renderle reali».