La storia del derby del Basso Lazio

05.02.2024 08:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    vedi letture
La storia del derby del Basso Lazio
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

Sudorazione accentuata, silenzio scaramantico, adrenalina alle stelle, tachicardia. Sono questi i sintomi di un tifoso che si appresta ad assistere ad un Derby. E come spesso accade, i risultati non sono facilmente pronosticabili, in quanto vengono considerate partite a sé, che mettono in difficoltà anche i siti di scommesse ADM migliori e più sicuri, che possono sì elaborare quote in base al rendimento recente delle protagoniste in campo, ma non dare pronostici certi. Questo non vale solamente per derby che hanno alle spalle una storia consolidata, quasi gloriosa come quello della Capitale tra Lazio e Roma, bensì anche per sfide meno conosciute ma altrettanto appassionanti, di cui è bene conoscerne origini e peculiarità. Uno di questi è il Derby del Basso Lazio.

LE ORIGINI DEL DERBY LATINA-FROSINONE

Partiamo, ovviamente, dalla definizione del Derby del Basso Lazio. Si tratta di una sfida tra due club storici della parte meridionale della Regione, ossia Frosinone e Latina. Una partita che potremmo definire anche delle due Pianure, vista l’ubicazione della prima città nella Ciociaria e della seconda nell’Agro Pontino. Inoltre sono anche due capoluoghi di provincia, separati da soli 60 chilometri di distanza. 

La prima volta che le due squadre si incontrarono risale alla stagione sportiva 1946-1947. Stiamo parlando di una sfida giocata nello scenario della Quarta Serie regionale e finita 0-0 per impraticabilità del campo neutro di Ceccano dopo soli 15 minuti. L’allora squadra “La Pontina” stava vincendo 1-0, ma il risultato non fu mai convalidato.

LE PRIME GRANDI SFIDE: GLI ANNI '60 E '70

Per iniziare a vedere i primi veri derby sentiti tra le due squadre, bisogna arrivare alla metà degli Anni 60. In particolar modo alle due partite finite entrambe 1-1, che permisero al Frosinone di trionfare in Serie D ed essere promosso in Serie C nel 1965-1966. Il tutto per un solo punto davanti proprio al Latina. Un avvenimento che accese definitivamente i riflettori su una rivalità ancora oggi molto sentita. 

Lo step successivo ci fu nella stagione 1973-1974, quando, dopo circa 8 anni, i due club si rincontrarono per una sfida ufficiale. Siamo nel campionato di Serie C: il Frosinone vince il derby di andata in casa per 2-0, mentre il Latina rispose vincendo quello di ritorno in terra pontina per 1-0. 

SLIDING DOORS: IL DERBY DEL MAGGIO 1987

Altro episodio clou di questa longeva saga risale al 17 maggio del 1987. Siamo nel campionato di Serie C2 ed entrambe le squadre laziali lottano per un obiettivo, seppur diametralmente opposto. I frusinati cercano la promozione in Serie C1, ottenibile vincendo quel campionato. I pontini, invece, vogliono evitare la retrocessione in C2 e hanno un bisogno vitale dei due punti (all’epoca non erano tre i punti assegnati alla squadra vincitrice). 

Il destino volle che ad essere decisiva in un senso o nell’altro fosse proprio la sfida tra quelle due compagini. A prevalere furono i ciociari, che vinsero con un secco 3-0, portando a casa il Derby e la vittoria del campionato, spalancando le porte della retrocessione al Latina.
 

APRILE 2003: L'UNICA VITTORIA PROFESSIONISTICA DEL LATINA IN TERRA CIOCIARA

Uno solo, finora, è il Derby vinto dal Latina in trasferta in competizioni professionistiche. La data è rimasta impressa nelle memorie dei tifosi nerazzurri sin da subito. Era il 19 aprile del 2003 quando un rigore trasformato da Simonetti permise al Latina di espugnare l’allora Stadio Matusa, avvicinando i gialloblu pericolosamente alle zone basse della classifica.

UN ANNO DOPO: LO SCHIAFFO FRUSINATE

Ma le strade dei due club si separeranno per lungo tempo dopo il triplice fischio del Derby del 25 aprile 2004. La vittoria in trasferta del Frosinone per 1-0, infatti, non solo consente ai ciociari di guadagnarsi la promozione in Serie C1 e, successivamente, in Serie B, ma fa sprofondare definitivamente il Latina, che subì poco dopo una retrocessione addirittura in Serie D a causa del fallimento.

GLI ANNI RECENTI E I DERBY IN SERIE B

La storia delle due squadre si incrocia nuovamente solo nella Prima Divisione della Lega Pro nel marzo del 2012, con l’orgogliosa vittoria del Latina, sotto di due uomini, per 2-0 in casa. Nella stagione seguente, invece, i due club, che erano al primo posto a pari punti, si giocarono il Derby come uno spareggio promozione. La partita del Francioni finì nella paura di vincere: 0-0. Ma le sfide più belle dovevano ancora arrivare, dato che dal 2014 si aprì per entrambe lo scenario della Serie B. 

La prima volta fu a Latina, con il Frosinone che vinse per 1-4, mentre nel 2016-2017 vennero disputati gli ultimi Derby del Basso Lazio prima del nuovo fallimento del Latina. L’andata, giocatasi per l’ultima volta nell’ex stadio Matusa di Frosinone, finì 2-1 per i gialloblù, mentre il ritorno al Francioni si concluse 0-1 sempre per i ciociari.

IL DERBY DEL BASSO LAZIO IN NUMERI

Considerando solo i vari campionati, i Derby del Basso Lazio giocati dalle due squadre sono in totale 50, con 18 vittorie del Frosinone, 21 pareggi e 11 affermazioni del Latina. In Coppa Italia, invece, sono 18 le sfide giocate, con 7 vittorie ciociare, 6 pareggi e 5 successi pontini. In totale, quindi, considerando tutti i precedenti (68) la squadra gialloblù è avanti nel computo con 25 vittorie, a fronte di 27 pareggi e 16 affermazioni nerazzurre.

LA RIVALITA' TRA TIFOSERIE E GIOCATORI

La rivalità tra le tifoserie è senz’altro molto accesa e non sono mancati episodi in cui essa sia esplosa in violenze verbali e tafferugli tra le parti. Si ricorda molto bene, in tal senso, il Derby giocato a Latina nel 2002, in cui finirono in ospedale feriti ben 5 agenti delle forze dell’ordine. Eclatante, in tal senso, fu anche il pre gara della sfida giocata in terra pontina nel 2014 valida per il campionato di Serie B: in questo caso un oggetto pesante venne scagliato contro il pullman del Frosinone, provocando la rottura dei vetri e il ferimento del team manager del club ciociaro. Ma non solo i tifosi, bensì anche i calciatori, come Mattia Perin, nativo di Latina e attuale secondo portiere della Juventus, che ebbe la malaugurata idea di insultare i frusinati con un messaggio sulle marocchinate, ossia episodi di violenza sessuale o fisica di massa di cui, a suo parere, i tifosi ciociari sarebbero stati protagonisti. 

Questi ultimi risposero al portiere, a seguito del suo brutto infortunio nel 2016, con un augurio di morte per infarto. Qualche anno prima, sponda Frosinone stavolta, il calciatore Massimo Zappino venne immortalato mentre indossava una maglia che recitava “Pontino bastardo” poco prima del derby della stagione 2012-2013.