Tra focolaio Covid e possibili ricorsi al TAR: in Serie B c'è apprensione per Lecce-Vicenza

12.01.2022 17:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    vedi letture
Fonte: tmw
Tra focolaio Covid e possibili ricorsi al TAR: in Serie B c'è apprensione per Lecce-Vicenza
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Andrea Rosito

E' atteso da due imminenti impegni il Vicenza, che domani dovrebbe essere impegnato nel recupero della 18^ giornata del campionato di Serie B contro il Lecce e domenica nella gara della 19^ giornata contro l'Alessandria: il condizionale è però d'obbligo, perché non si è arrestato il focolaio Covid all'interno del gruppo squadra biancorosso e l'ASL locale non esclude la quarantena di sette giorni per i non contagiati.
Ma la Lega B, che vuole giocare, potrebbe fare immediato ricorso al TAR, come accaduto in Serie A.

Così La Gazzetta dello Sport, "Vicenza altri tre positivi, interviene l’ASL?", che aggiunge: "Ci sono altri 3 positivi (1 giocatore, 2 dello staff) per il Vicenza: a questo punto con 9 in totale è probabile oggi l’intervento della Asl, che potrebbe fermare la squadra per 7 giorni facendo saltare il recupero di Lecce e la gara con l’Alessandria. Ma la Lega B, come ha fatto quella di A, potrebbe fare ricorso al Tar".

Più drastico il Corriere dello Sport: "Lecce-Vicenza a rischio, la Lega B costretta al Tar?". Analizzando il tutto: "Una gara che rischia di diventare un rompicapo. Un incubo da Covid e con le Aziende Sanitarie Locali ancora una volta potenziali protagoniste della vicenda [...] perché come se non bastasse l’incursione dell’ASL del capoluogo salentino a poche ore dalla partita in programma al Via del Mare lo scorso 20 dicembre con diecimila tagliandi già venduti e i tifosi leccesi pronti ad andare allo stadio per il match con il Vicenza giunto in Puglia, anche dall’ASL vicentina potrebbe arrivare il diniego a recarsi in campo per la compagine biancorossa [...] Brocchi è stato colpito in pieno dalla pandemia e dovrebbe fare a meno di sedici elementi del gruppo squadra e punta a un rinvio, magari anche della gara in programma domenica al “Menti” con l’Alessandria, scontro diretto per la salvezza".

Sulla stampa nazionale chiude Tuttosport: "Lecce-Vicenza è a rischio. Ma è polemica". "Si aggrava la situazione pandemica al L.R. Vicenza, mentre nel frattempo rimane in bilico il recupero di domani a Lecce. Almeno sino alla tarda serata di ieri il match era confermato, quindi se non ci saranno contrordini oggi, la squadra veneta partirà nella mattinata di domani con un volo per la Puglia: prenotato un charter privato per evitare contatti con altri viaggiatori. [...] Anche oggi si attenderà un’eventuale presa di posizione da parte dell’Asl Berica: se bloccasse il Vicenza, la Lega B concederebbe il rinvio", la chiosa.
Spazio alla stampa locale, con quella pugliese ottimista sul match. "Domani c’è il Vicenza. Rifinitura in mattinata", questo il Quotidiano di Puglia - ed. Lecce, che aggiunge: "Questa mattina allenamento di rifinitura allo stadio per il Lecce in vista della partita interna contro il Lanerossi Vicenza in programma domani sera alle ore 20:30".

Più contenuta, invece, quella vicentina. Ecco il Corriere del Veneto - ed. Vicenza e Bassano, "Lane, un focolaio senza tregua. Trasferta a Lecce appesa a un filo", che spiega: "Il Vicenza dovrebbe scendere in campo domani sera alle 20.30 a Lecce per il recupero della 18° giornata di campionato, rinviata il 20 dicembre a poche ore dal match per due casi di positività nella squadra salentina. Ma il condizionale è d’obbligo. Perché in casa biancorossa, ultimo aggiornamento di ieri, i positivi sono 16: 9 giocatori e 7 componenti dello staff".

"In 16 positivi al Covid. L’incognita trasferta a un giorno dalla sfida", l'apertura de Il Giornale di Vicenza. Nel dettaglio: "Il Covid non molla la presa, il focolaio nel Vicenza continua ad espandersi, e il rinvio della partita di domani sera a Lecce diventa uno scenario plausibile. La decisione di fatto spetterà alla Asl berica, che oggi dovrebbe esprimersi consentendo o meno la partenza del gruppo-squadra biancorosso verso il Salento".