La geografia del pallone si trasforma: come cambiano Serie A e Serie B

26.06.2022 15:30 di Francesco Cenci   vedi letture
La geografia del pallone si trasforma: come cambiano Serie A e Serie B
TUTTOmercatoWEB.com

Ci si aspettano grandi sorprese nella prossima stagione calcistica italiana e contribuiranno ovviamente le varie realtà che andranno a comporre i weekend dei tifosi. Come spesso viene ribattezzato,il campionato cadetto sta davvero prendendo la forma del "campionato degli italiani", dal momento che andrà a rappresentare un variegato numero di regioni mentre in massima serie si registra uno sbilanciamento deciso verso le regioni settentrionali. A tal proposito, riprendiamo la curiosità statistica, lanciata dai colleghi di TuttoB.Com, riguardante la distribuzione delle squadre: la futura massima serie si prepara ad ospitare 20 squadre provenienti da sole 10 regioni, esattamente la metà di quelle geografiche. Ribadiamo ancora il dominio del nord con la Lombardia rappresentata da ben 5 squadre, mentre le isole non figurano affatto dopo la retrocessione del Cagliari. In B si contano invece 20 squadre su 14 regioni: la più rappresentata è l'Emilia Romagna, presente con Parma, Modena e SPAL. Valle D’Aosta, Abruzzo, Molise e Basilicata sono invece totalmente assenti in entrambe le competizioni.