Conferenza stampa progetto experience. Gualtieri: "Grazie alle istituzioni che ci accompagnano in questo progetto"

19.10.2023 12:32 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    vedi letture
Fonte: Stefano Martini dalla sala stampa dello Stirpe
Conferenza stampa progetto experience. Gualtieri: "Grazie alle istituzioni che ci accompagnano in questo progetto"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico De Luca

Si è svolta questa mattina presso la sala stampa dello stadio Benito Stirpe di Frosinone una conferenza stampa sul progetto Experience del club giallazzurro. Presenti il Responsabile Area Marketing, Comunicazione e Rapporti istituzionale Salvatore Gualtieri , il Questore di Frosinone Domenico Condello, il Sindaco di Frosinone Riccardo Mastrangeli, per l’università di Cassino e del Lazio meridionale è presente la Prof.ssa Enrica Iannucci direttore del dipartimento di economia e giurisprudenza e l'Avvocato  Marika Gimini docente di diritto privato dello sport presso l’Università San Raffaele di Roma. Di seguito le loro parole:

Direttore Gualtieri: "Buongiorno e grazie a tutti di essere qui. Il mio e il nostro principale ringraziamento, prima di entrare nel vivo della conferenza, va indirizzato al presidente Maurizio Stirpe. Tutto questo è possibile grazie alle sue strategie e alla sua lungimiranza che ci mettono nelle migliori condizioni per poter svolgere il nostro lavoro. E una citazione alla dottoressa Barbara Gemelli Stirpe, la madrina della parte riguardante l’Experience Solidale, molto presente nell’ambito della Solidarietà che rappresenta una delle punte di diamante della nostra mission. Il Frosinone sta crescendo e si sta rivelando uno strumento efficace per la crescita del territorio ciociaro. Essenzialmente il progetto Experience ci ha permesso di raggiungere tre obiettivi che ci eravamo prefissati: l'engagement e la fidelizzazione dei tifosi soprattutto bambini e giovani. Il secondo obiettivo era quello di avvicinare la squadra al territorio e il terzo obiettivo era quella di promuovere territorio e cultura della Ciociaria.Progetto molto articolato, sette appuntamenti per ora fissati in determinate date ma dipenderà anche molto dalle squadre.

In "Frosinone sale in cattedra" un calciatore incontrerà le scuole medie, inizieremo con  Mazzitelli il 25 ottobre. Abbiamo migliorato il format e ci saranno ulteriori sorprese. La questura ci accompagnerà e parlerà di educazione civica.

Il 14 novembre andiamo al Piglio con "Experience Territorio" per promuovere il territorio. In questo caso saluto alle scuole elementari e poi il sindaco racconterà storia e cultura del luogo insieme ai calciatori. In questo caso parleremo di vino per promuovere le eccellenze

Il 23 novembre inviteremo le scuole superiori qui al Benito Stirpe per "Insieme in campo con Istituzioni". Nel protocollo firmato anni fa ci sono oltre la Questura anche il comune, provveditorato, Università di Cassino e Accademia delle Belle Arti. Parleremo della  violenza sulle donne, con questo problema affronteremo temi di carattere sociale

Il 24 gennaio Ferentino, supino e Veroli con "Frosinone sale in cattedra"

Il 21 febbraio nella promozione del territorio andremo ad Anagni.

Il 20 marzo torneremo nelle scuole medie di Alatri e Anagni.

Il 2 aprile evento finale qui allo Stirpe sul tema autismo con le scuole superiori.

Oltre questo l'area marketing fa tante altre cose per promuovere brand e territorio, penso a come è cresciuta la qualità dei servizi qui allo stadio in questi anni. Ringrazio sempre i miei collaboratori per il loro lavoro. Il merchandising del Frosinone calcio è esploso sia a livello qualitativo che in termini di vendite. Rapportato alla popolazione siamo al decimo posto in Italia per flusso nello store.  

Da luglio abbiamo anche un nuovo responsabile dell'area Digital ed è il dottor Sellati.

L’euforia di tutto l’ambiente è innegabilmente contagiosa anche nella nostra Area ed è altrettanto innegabile che il risultato sportivo aiuti le attività che si giovano del risultato sportivo. E’ naturale che la serie A ha riverberi positivi sul territorio, sugli sponsor. Ma questa è una caratteristica specifica di questo territorio. L’Area Marketing ha sempre fatto i suoi numeri, anche indipendentemente dalla categoria. Perché i propri tifosi e i propri sponsor questa provincia li ha già fidelizzati. Ma è chiaro che quando la squadra cresce, anche a livello di singoli giocatori, tutto ne beneficia. Un plauso all’Area Tecnica che ci ha regalato prima la promozione e ora ci sta regalando qualcosa di altrettanto straordinario. E l’effetto domino anche sull’Area marketing è ben tangibile”

Prof.ssa Iannucci: "La mia presenza qui è a testimonianza della collaborazione nata sei anni fa. Il direttore parlava di progetto gestionale ma credo sia molto di più. Il nuovo modo di creare cultura e competenze è quello di collaborare è l'interazione tra tutte le component: le istituzioni,  i ragazzi e tutto l'ambiente"

Sindaco Mastrangeli: "Ci tenevo ad essere presente in questa occasione. Questo progetto partito da anni sta crescendo, va avanti e sta andando avanti bene. Si è parlato tanto di cultura tradizione e storia e noi vogliamo calare questo sul territorio. Ci rivolgiamo ai giovani per dare un'identità di territorio. Noi come Frosinone città accoglieremo con entusiasmo queste manifestazioni perché siamo convinti che i ragazzi sono entusiasti quando si parla di Frosinone calcio. Ringrazio il questore Condello perché grazie alla Questura si tratteranno anche temi importanti di carattere sociale".

Questore Condello: "Grazie al direttore Gualtieri e a tutti. Facendo le cose in sinergia i risultati non tardano ad arrivare. I risultati attraverso la collaborazione col Frosinone calcio sono stati tangibili. Abbiamo una tifoseria esemplare, c'è stato qualche daspo ma fa parte di questo mondo. Dal punto di vista della sicurezza non posso certo che non apprezzare la tifoseria del Frosinone calcio. Questo conferma che fare squadra contro i disvalori fa presa sui giovani. La corretta comunicazione e la sinergia tra le istituzioni porta risultati tangibili. Ringrazio il direttore perché ha colto il momento giusto per avviare queste attività e con la serie A il ritorno sarà maggiore"

Avv. Gimini: "Ringrazio al direttore Gualtieri per aver chiesto il mio apporto al progetto. Quello che ho potuto dare al progetto è un apporto scientifico che qualifica tutte e tre le tematiche del territorio. Andando nelle scuole ci siamo accorti che l'attenzione è alta e c'è bisogno di educare giovani e docenti sui temi di violenza delle donne e soprattutto sul tema dell'autismo. L'autismo è una tematica anche sociale non solo sanitaria e c'è ancora tanto di cui dover parlare".