PRIMAVERA2, IL FROSINONE DOMINA LO SPEZIA (2-0): UN GOL PER TEMPO E TUTTI A CASA

26.09.2021 16:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    vedi letture
Fonte: Frosinone calcio Magazine/Lanzi
PRIMAVERA2, IL FROSINONE DOMINA LO SPEZIA (2-0): UN GOL PER TEMPO E TUTTI A CASA

FROSINONE (4-3-1-2): Palmisani, Rosati, Benacquista, Bruno (13’ st Milazzo), Maestrelli, Giordani, Peres, Cangianiello (35’ st Recchiuti), Stampete (35’ st Selvini), Favale (35’ st Di Palma), Jirillo (28’ st Battisti).

A disposizione: Barzanti, Battisti, Bianchi, Piacentini, Vilardi, Tonye Tonye Moise.

Allenatore: Gorgone.

SPEZIA (4-2-3-1): Pucci, Scieuzo, Scremin G. (31’ Mariotti), Beck, Salerno, Gabelli, Afi, Pietra, Delorie (13’ st Daniello), Leoncini (1’ st Zuppel), N’gbesso.

A disposizione: Dido, Strymisson, Biasci, Serpe, Pedicillo, Giorgeschi, Ivani,  Bonnaccorsi, Ratti.

Allenatore: Tanrivermis.

Arbitro: sig. Valerio Pezzopane de L’Aquila; assistenti: sigg. Giuseppe Lisi di Firenze e Costin Del Santo Spataru di Siena.

Marcatore: 34’ pt Cangianiello, 44’ st Selvini.

Note: angoli: 2-0 per il Frosinone; ammoniti: 29’ st Milazzo; recuperi: 1’ pt; 5’ st.

FERENTINO (FR) – Un gol per tempo, firmati da Cangianiello al 34’ e da Selvini al 44’ della ripresa, permettono ad un grande Frosinone di battere all’inglese uno Spezia che in sede di costruzione non ha badato a spese ma che alla resa di conti ha dovuto inchinarsi allo strapotere della formazine allenata da mister Gorgone.

PALO SPEZZINO, DUE EPISODI DUBBIO NELL’AREA LIGURE. LA SBLOCCA CANGIANIELLO – Frosinone in campo con il 4-3-1-2 alla ricerca del successo, lo Spezia si schiera con il 4-2-3-1. E’ la formazione di Gorgone che detta lo spartito in avvio di gara. Al 2’ bella azione di Maestrelli che si stacca dalla difesa e serve Stampete, bravo a verticalizzare, accentrarsi e sparare una botta di sinistro alta di poco. La risposta dello Spezia è nell’azione che porta Leoncini a servire lateralmente N’gbesso, ma l’azione sfuma. Nel Frosinone si muove bene Stampete, tra i più dinamici nello schieramento giallazzurro, che va a conquistare una punizione sulla trequarti ma la giocata da fermo è sfila lateralmente. Gioca bene la squadra giallazzurra, bella giocata Favale-Stampete al 10’, la difesa dello Spezia si chiude per evitare che l’ex dell’Arezzo si liberi a due passi da Pucci. E’ un bel Frosinone, all’11’ la retroguardia di Gorgone si chiude bene sull’out mancino, poi Peres verticalizza per Favale ma l’ex del Torino arriva in ritardo sun pallone invitante. E’ lo Spezia che poco prima del quarto d’ora prende il controllo della manovra ma il pacchetto arretrato di Gorgone tiene bene l’urto dei ‘bianchi’. Flash giallazzurro al 17’ con Cangianiello che da sinistra pennella un gran pallone in area ma Stampete ci arriva male e il colpo di testa finisce tra le braccia di Pucci. Al 18’ occasione ancora per i canarini, Jirillo per Stampete che non ha angolo di tiro e allora prova una ‘bicicla’, pallone un metro fuori. Grande occasione per lo Spezia al 20’, N’gbesso lascia filtrare per Pietra che con lo specchio totalmente libero prende il palo alla destra di Palmisani impietrito. Partita a viso aperto e la conferma la dà il Frosinone che 1’ dopo con Favale ipnotizza mezza difesa ligure, pallone d’oro a due passi dalla linea bianca ma non c’è nessuno degli avanti giallazzurri a ribadire a rete con il più facile dei tap-in. Al 24’ episodio dubbio nell’area dello Spezia, Cangianiello in slalom si libera per il tiro a 7 metri da Pucci, prende una randellata sulle gambe ma per il direttore di gara è tutto regolare. Ancora lo Spezia pericoloso al 27’, Afi parte a destra, poi il pallone circola centralmente e quindi dalle parti di N’gbesso che cerca l’angolo opposto ma il tiro morbido esce di un paio di metri. Punizione elaborata alla mezz’ora  per il Frosinone, Favale apre per l’inserimento allo spalle della barriera ligure di Jirillo ma l’attaccante non riesce a mantenere il pallone in campo per una questione di centimetri. E’ sempre match di grande spessore, ad azione corrisponde un attimo dopo la reazione della squadra avversaria. E così sfuma un dialogo tra Scieuzo e N’gbesso dalle parti dell’area giallazzurra e 20 secondi dopo Maestrelli in licenza detta in area ma non ci arriva nessuno. Il gol del Frosinone è maturo e arriva al 34’: stavolta è Giordani a saline, pallone a Cangianiello che lo nasconde a tutti, dribbla quello che gli capita a tiro e in ‘estirada’ infila di giustezza alle spalle dell’esterrefatto Pucci la rete del meritato vantaggio del Frosinone. Lo Spezia colpito nell’orgoglio cerca subito il pareggio con un gran tiro di Scremin dai 25 metri, pallone di poco fuori alla sinistra di Palmisani comunque in volo a coprire il palo. A 5’ dal 45’ Peres ‘strappa’ dentro l’area dello Spezia, contatto con un difensore ma il signor Pezzopane si tiene il fischietto in mano. Al 41’ Afi  prende l’attimo, entra in area e va al tiro va Giordani rimpalla la conclusione tra le braccia di Palmisani. Al 42’ Favale strepitoso, allungo di 40 metri e botta di sinistro di poco fuori alla sinistra di Pucci che dà l’impressione di non arrivarci. Nel minuto di recupera ai giallazzurri fa difetto un po’ di lucidità, pallone da Favale per Jirillo che eccede in altruismo invece di puntare l’area e la difesa dello Spezia evita guai un attimo prima del riposo.

SOLO FROSINONE, SELVINI CHIUDE I GIOCHI – Si riparte con un cambio nello Spezia, Zuppel al posto di Leoncini. E Frosinone ad un passo dal 2-0, al 3’ Stampete parte da sinistra, si accentra, entra in area e lascia partire una bordata che Pucci riesce a deviare quel tanto che basta ad evitare la rete. Il Frosinone in avvio di ripresa è più attendista, al 6’ un dialogo al limite dell’area giallazzurra libera N’gbesso ma è attento Palmisani nella lettura e in uscita bassa blocca il pallone. Alla squadra di Gorgone manca un po’ di cinismo, al 9’ Peres serve Stampete nella metà campo dello Spezia, l’ex aretino vorrebbe servire Favale sulla corsa che gli avrebbe spianato la strada davanti a Pucci ma la traiettoria è corta e la difesa dei bianchi salva. All’11’ Favale porta a spasso il centrocampo degli Aquilotti che deve usare le maniere forti per bloccarlo. Poco prima del quarto d’ora è Cangianiello che lascia partire un gran tiro appena dentro l’area di rigore, pallone alto. La partita vive momenti di stanca, anche per il gran caldo. Ma è ancora il Frosinone che sfiora il 2-0 al 25’, Stampete ha lo specchio libero ma mira le gambe di Pucci che devia. Al 33’ Milazzo in versione ‘Alberto Tomba’ ma sul servizio c’è Stampete in offside. Nel finale prima Pucci dice no sullo scatenato Cangianiello, nulla può il portiere sulla staffilata di Selvini che a 1’ dal 90 mette sotto ghiaccio il risultato e i tre punti per un ottimo Frosinone.