La Svizzera supera l'ostacolo Camerun: è sufficiente il gol di Embolo, che non esulta perché ha la doppia nazionalità

24.11.2022 23:00 di Andrea Pontone Twitter:    vedi letture
La Svizzera supera l'ostacolo Camerun: è sufficiente il gol di Embolo, che non esulta perché ha la doppia nazionalità
© foto di Fanpage

Una "non esultanza", nella prestigiosa vetrina dei Mondiali, non si era mai vista. A spezzare questo tabù è Breel Embolo, attaccante svizzero che decide la sfida tra gli elvetici e il Camerun. Gli africani, infatti, risultato sconfitti a fine gara per una sola rete a zero, nonostante la mole di occasioni da gol creata dagli uomini in maglia rossa, soprattutto nel finale. Il primo tempo si chiude in parità: poche emozioni in una partita che registra un approccio timido e prudente da parte di entrambe le squadre. Nella ripresa è meno contratta la Svizzera, che trovandosi nel gruppo con Brasile e Serbia avverte la necessità di sconfiggere il Camerun per portarsi, intanto, a quota tre punti, in attesa dell'altro risultato del girone, atteso in serata. La punta elvetica, Embolo, segna al terzo minuto del secondo tempo: da rivedere la difesa camerunense, che si apre a cerniera e consente a Shaqiri di piazzare un comodo pallone rasoterra nel cuore dell'area di rigore, dove il suo compagno - isolato da marcature avversarie - spiazza Onana con un tiro eseguito di prima e di piatto. Errore concettuale del reparto difensivo, che non copre né sull'uomo libero né sulla relativa linea di passaggio. Embolo non esulta: è nato a Yaoundé, capitale del Camerun, e ha la doppia cittadinanza. La gara, al momento del gol, di fatto finisce. Gli africani non riescono a intessere manovre avvolgenti, né tantomeno a presentarsi nell'area rivale con una forza tale da causare pericoli. La deludente prestazione del centravanti Choupo-Moting è da spiegarsi anche alla luce di un'assistenza scialba da parte dei suoi compagni di squadra. In campo si assiste a numerosi litigi fra il portiere Onana - dotato di un lungo rinvio - e il leader della difesa N'Koulou: l'estremo difensore vorrebbe portare tutti avanti per scodellare il pallone nell'area svizzera, mentre il centrale vorrebbe perdere tempo con passaggi corti e inutili nella sua metà campo, e così accade. Nel finale, lo stesso N'Koulou fallisce clamorosamente un anticipo ma è bravo Onana ad opporsi alla conclusione di Vargas. In sintesi: la partita è stata molto noiosa, con tutti i calciatori che hanno fatto il massimo per rallentare il ritmo di gioco con continui tocchi inutili. Al primo e unico passaggio eseguito di prima intenzione (l'assist di Shaqiri), è arrivato il primo e unico gol: basta così poco, per mandare in tilt la difesa del Camerun.