La cadetteria ai tempi del Covid-19. Già quattordici club su venti alle prese con il virus

13.10.2020 17:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: tmw
La cadetteria ai tempi del Covid-19. Già quattordici club su venti alle prese con il virus
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport

Il 20 agosto scorso si è conclusa la scorsa edizione della Serie B con la prima storica promozione dello Spezia. Dal giorno successivo è iniziato il percorso della nuova stagione del campionato cadetto. Un torneo che ha preso il via sul campo da due giornate ma che nella preparazione portata avanti dai vari club ha mosso i primi passi molto prima. Esattamente dal 21 agosto corso quando si è anche registrato il primo caso di Covid-19 dell'edizione 2020/2021. Protagonista il difensore della Salernitana Valerio Mantovani che nel giro delle settimane successive ha visto molti alti colleghi della cadetteria risultare positivi al virus.

Dati alla mano, infatti, sono ben 14 i club che finora hanno registrato almeno una positività all'interno del gruppo squadra. La quasi totalità del movimento cadetto ha o ha avuto a che fare con il Coronavirus. Dopo la Salernitana è toccato alla SPAL (compreso Bonifazi oggi all'Udinese), Lecce (Vera e Tachtsidis), Cosenza (Schiavi), Ascoli (Gerbo e altri due tesserati), Pordenone, Chievo, Empoli (il talentino Samuele Ricci seguito per lungo tempo dalla Fiorentina), Reggina (il genoano Charpentier), Venezia, Brescia, Pescara (Bellanova la cui positività è emersa nel ritiro dell'Under21), Virtus Entella e Monza.

Quella del club brianzolo, poi, è la situazione più complessa con ben nove positività, sette fra i calciatori e due nello staff.

Un conteggio che dimostra a chiare lettere come sia alta l'incidenza del Covid-19 anche nel calcio professionistico e della Serie B nel dettaglio. Un'incidenza che sembra destinata, purtroppo, a crescere nei prossimi giorni.