Frosinone, multa di 10mila franchi svizzeri alla società per l'operazione Campbell! Ecco il motivo

11.09.2020 14:30 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: calciomercato.com/ Pippo Russo
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Frosinone, multa di 10mila franchi svizzeri alla società per l'operazione Campbell! Ecco il motivo

Stando quanto scritto sul portale calciomercato.com, a firma del giornalista Pippo Russo, il Frosinone ha subito lo scorso gennaio una multa di 10 mila franchi svizzeri er l'operazione Campbell. Oltre ai giallazzurri è stata sanzionata anche l'Arsenal (40 mila franchi svizzeri) poichè le due società secondo la FIFA hanno violato l'articolo 18bis del RSTP, di cui è bene ricordare il dettato:

“Nessun club deve stipulare un contratto che dia possibilità al/ai club controparte/i , e viceversa, o a ogni terza parte, di acquisire la possibilità d'influenzare la sua indipendenza in materia di reclutamento (employment) e trasferimenti, le sue politiche e le performance della sua squadra”.

Il contratto stipolato tra il Frosinone e l'Arsenal contienea  una clausola, la 3.5, che immediatamente ha richiamato l'attenzione degli addetti al Transfer Matching System (TMS) della Fifa. La clausola in questione stabiliva quanto segue:

“se il Frosinone decide di trasferire, con formula definitiva, la registrazione del Calciatore a un altro Club (…), il Frosinone dovrà pagare all'Arsenal una cifra in denaro (…) corrispondente a (a) nel caso che il Futuro Trasferimento a un club calcistico sia regolato da una federazione calcistica nazionale del Regno Unito (UK), 30% (trenta per cento), o (b) in caso di Futuro Trasferimento verso qualsiasi altro club calcistico, 25% (venticinque per cento) (...)”

La FIFA ha ritenuto dunque sanzionabili i due club poichè stando all'articolo 18bis del RSTP, sopra riportato, è abbastanza chiaro per ciò che riguarda gli impegni reciproci che i club contraenti non devono assumere. E fra questi c'è anche l'influenza che uno possa esercitare sull'altro (o subire dall'altro) in materia di scelte sui trasferimenti. Il fatto che il Frosinone si impegnasse a versare un 5% in più sul futuro trasferimento di Campbell, qualora esso avvenisse con destinazione Regno Unito, era dunque una chiara limitazione delle opzioni per la società giallazzurra. Come si legge al punto 3 del documento con cui il Disciplinary Committee della Fifa (foto sopra), il Frosinone dichiarara (come da richiesta dell'articolo 4, paragrafo 3 allegato 3) di non avere stipulato un rapporto di Third Party Influence.

clicca qui per leggere l'articolo di calciomercato.com