Report calcio Figc, B-boom di spettatori

10.07.2019 10:45 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
© foto di Francesco Di Leonforte/TuttoCesena.it
Report calcio Figc, B-boom di spettatori

La Serie B sfonda per la prima volta, e anche piuttosto nettamente, il muro dei 7mila spettatori. Stando infatti ai dati presentati oggi in Senato del Report Calcio Figc 2017/18 la media a partita è stata di 7541 spettatori contro i 6545 dell’anno precedente (+12,5%). Il miglior dato dalla stagione 2006/07 vede in valore assoluto un totale di 3.559.249 spettatori e un riempimento medio degli stadi del 44%. Questo balzo in avanti influisce anche sulla variazione media annua 2010-2018 che per la Serie B è del 5,8%. Sempre sul fronte stadi da segnalare anche un netto miglioramento degli impianti di Serie B sul fronte Skybox (+31%), sulle dimensioni dell’hospitality (+17,7%) e infine sulla presenza di aree ristoro e commerciali (40,9%) a fronte di solo aree di ristoro che rimangono comunque la maggioranza (59,1%). Stadi che rimangono vecchi, 60 anni la media, e con una capienza media di 17.317 posti.

Il Report Calcio 2019 certifica anche il percorso di crescita che sta investendo la Serie B, non solo a livello sportivo e di presenze ma anche dal punto di vista economico finanziario. Durante la presentazione dell’analisi, stilata dalla Federazione in collaborazione con AREL (Agenzia di Ricerche e Legislazione) e PwC (PricewaterhouseCoopers), si sottolinea come, dopo un calo nella Stagione Sportiva 2016-2017, il valore della produzione della Serie B sia tornato a crescere nel torneo successivo del 13,5% raggiungendo la cifra di 353 milioni di euro. In positivo anche il dato relativo all’Ebitda, aumentato del 2% e vicino ai 10 milioni di euro. Oltre al fatturato in aumento anche il costo della produzione, soprattutto in virtù dell’aumento di quello relativo al lavoro. A fare da contraltare al risultato netto, che rimane negativo, c’è il miglioramento dei conti dal punto di vista del patrimonio netto (+17%), il che permette alle società della Serie B di tenere sotto controllo l’evoluzione dei debiti.