Parla Nello Fiorenza (Fantamagazine.com): "Mi aspetto un Genoa a caccia dei tre punti, Frosinone migliorato nel girone di ritorno"

28.03.2016 16:30 di Antonio Visca  articolo letto 1074 volte
© foto di Federico Gaetano
Parla Nello Fiorenza (Fantamagazine.com): "Mi aspetto un Genoa a caccia dei tre punti, Frosinone migliorato nel girone di ritorno"

Per parlare del prossimo match che vedrà gli uomini di Stellone fronteggiare il Genoa, la redazione di TuttoFrosinone.com ha contattato il caporedattore di Fantamagazine.com, Nello Fiorenza. Il giornalista, molto vicino al grifone, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

Genoa-Frosinone, che gara ti aspetti?

"Onestamente mi aspetto il Genoa delle ultime gare casalinghe, deciso a far suo la posta in palio. Dall'altro lato però c'è un Frosinone bisognoso di punti e che può contare sulla crescita del gruppo e sulla nuova veste tattica data dal mister".

Il Genoa avrà delle importanti assenze, quali credi sia la formazione titolare ad oggi?

"Per quanto riguarda l'undici del Grifone, molto dipenderà dalle scelte che potrà fare Gasperini viste le assenze di Ansaldi, Burdisso e Cerci, e con l'incognita legata alle condizioni di Pavoletti e Gabriel Silva. Ritorna a disposizione Munoz che sarà al centro di una difesa completata da Izzo e De Maio. A centrocampo sicuri di una maglia Rincon, Dzemaili, Rigoni e Laxalt. Qualche dubbio sul modulo dato che Suso potrebbe giocare trequartista alle spalle di Pandev e Matavz (se Pavoletti non dovesse farcela)".

Chi pensi possa essere il giocatore chiave delle due squadre?

"Dei rossoblu terrei d'occhio Luca Rigoni. L'ex Palermo è in netta ripresa dopo un periodo di fisiologico ambientamento. Tuttavia se al Matusa l'outsider fu Lazovic allora questa volta dico Suso come nome a sorpresa. Tra i giallazzurri invece premio Blanchard quale leader di una difesa ad oggi molto più attenta".

Che impressione ti ha fatto la compagine giallazzurra fino a questo momento?

"In questo girone di ritorno Stellone ha dato nuova linfa ai suoi, scegliendo anche un nuovo impianto tattico. Gran parte del merito, a mio avviso, va dato però alla società stessa che ha supportato sempre il proprio allenatore. Cosa fondamentale per dare continuità e tranquillità al gruppo. L'undici ciociaro ha costruito la sua classifica tra le mura amiche, giocandosi ogni gara sempre a viso aperto".

Credi che possa centrare la salvezza?

"Paradossalmente il Frosinone paga la repentina risalita in classifica del Carpi, già dato per spacciato nel girone di andata. L'impresa è ardua ma l'obbligo dei giallazzurri è quello di continuare ad inseguire il traguardo salvezza e coltivare la speranza di un altro anno in serie A. Finché la matematica tiene in vita c'è da buttare sempre il cuore oltre l'ostacolo".