ESCLUSIVA – Salvatore Gualtieri, nuovo dirigente del Frosinone: "Un onore essere arrivato a Frosinone, è un incarico di prestigio. Ringrazio il presidente della fiducia"

 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:   articolo letto 5150 volte
Fonte: Andrea Mastrantoni
© foto di Federico De Luca
ESCLUSIVA – Salvatore Gualtieri, nuovo dirigente del Frosinone: "Un onore essere arrivato a Frosinone, è un incarico di prestigio. Ringrazio il presidente della fiducia"

C'è un neo arrivato in società: si tratta di Salvatore Gualtieri, che si occuperà dei rapporti con Federazione, Lega Serie B, Marketing e Comunicazione.

Salvatore Gualtieri era stato anche presidente del Crotone dal 2008 al 2011 quando prese il posto di Vrenna che era rimasto coinvolto in un'inchiesta giudiziaria. Sotto la sua gestione il Crotone tornò in Serie B nel 2009. Successivamente era stato eletto vicepresidente della Lega di Serie B. Gualtieri è stato anche candidato alla presidenza della Lega di B qualche mese fa.

Contattato ieri dalla nostra redazione queste le sue prime dichiarazioni da dirigente giallazzurro:

"Incarico ovviamente che mi inorgoglisce ed è un onore per me lavorare e collaborare con una società come il Frosinone calcio e soprattutto con una proprietà come quella di Maurizio Stirpe. Non sto qui io ad elencare quello che ha fatto Stirpe come presidente in questi 15 anni, per me ripeto, posso dire che ho accettato veramente con grandissimo piacere ed è un onore e ce la metterò tutta per ricambiare la fiducia del presidente. Sono abituato a pesare le cose ma so che è un incarico di prestigio e di fiduca, il Frosinone ha una grande reputazione e nel panorama nazionale ha grande stima e rispetto sia tra i club di B che di A. Per me non può che essere un onore, e il Frosinone poi ha un pubblico importante e passionale e questo fa parte delle piazza positive del calcio italiano. Ho visto un pubblico veramente attaccato ai colori. Sono consapevole di essere arrivato in una piazza importante e vorrei chiudere ringrazio il presidente della fiducia e dell'opportunità"