CdS: "Arbitri, le motivazioni. Rimborsopoli: 'Ecco perchè sono sospesi'"

05.08.2021 16:30 di Francesco Cenci   vedi letture
Fonte: Corriere dello Sport
CdS: "Arbitri, le motivazioni. Rimborsopoli: 'Ecco perchè sono sospesi'"
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews

L’edizione odierna del Corriere dello Sport si sofferma sullo scandalo 'rimborsopoli' che ha interessato alcuni fischietti. 

"Violazioni plurime ai «principi di lealtà e rettitudine, oltre che del canone della trasparenza»; l’ammissione di aver «alterato», «modificato» biglietti di aerei o treni, ricevute del Telepass, addirittura ricevute di tamponi Covid-19; il coinvolgimento di terze persone, non appartenenti all’AIA (in un caso addirittura la mamma!), per cercare di sottrarsi al giudizio della Disciplinare; il tutto spesso condito da «grave e ingiustificata superficialità» nel tentativo di spiegare perché sia stata inserita una documentazione risultata poi non veritiera.

Sono state depositate ieri le motivazioni della Commissione Disciplinare (presidente Mauro Carboni; vicepresidente Roberto Mancinelli; componente Gilberto Mercuri) in merito al primo filone d’inchiesta di Rimborsopoli e che ha portato alla sospensione degli arbitri Fabrizio Pasqua (16 mesi, fino al 9 ottobre 2022), Federico La Penna (13 mesi, fino al 9 luglio 2022), Ivan Robilotta (13 mesi, fino al 9 luglio 2022) e degli assistenti Andrea Tardino (20 mesi, fino al 9 febbraio 2023), Valentino Fiorito (16 mesi, ha rassegnato le dimissioni il 26 maggio scorso, la pena decorrerà dall’eventuale riammissione nell’AIA), Manuel Robilotta (14 mesi, fino al 9 agosto 2022) e Stefano Del Giovane (12 mesi, fino al 9 giugno 2022)".