STORIA GIALLAZZURRA - 11 giugno 2006: 9 anni fa la prima promozione in Serie B

11.06.2015 17:51 di Stefano Pantano  articolo letto 1506 volte
STORIA GIALLAZZURRA - 11 giugno 2006: 9 anni fa la prima promozione in Serie B

Ci sono date che saranno sempre nel cuore dei tifosi giallazzurri. Il 9 maggio 2004 il Frosinone festeggia la promozione in Serie C1 a Melfi, il 7 giugno 2014 quella in Serie B e, la più recente, il 16 maggio 2015 la prima assoluta in Serie A. L’11 giugno 2006, invece, il club canarino ottiene per la prima volta nella sua storia l’accesso al torneo cadetto al termine di un’intensa doppia finale con il Grosseto. Lo 0-0 dell’andata lascia relativamente tranquilla la compagine di Ivo Iaconi, anche se in caso di ulteriore parità si sarebbe andati ai tempi supplementari, non proprio il massimo con il forte caldo di giugno. Sulla panchina dei maremmani siede quel Massimiliano Allegri che sabato scorso abbiamo visto impegnato con la Juventus nella finale di Champions League a Berlino contro il Barcellona. L’avvio è equilibrato e gli ospiti sono molto pericolosi sugli esterni con Garofalo e Gessa, che a distanza di qualche anno vestirà proprio la maglia canarina. Al 20’ buona chance per Ciro Ginestra, ma il suo pallonetto termina alto sulla traversa. L’attaccante però si lussa la spalla nell’azione e due minuti dopo viene sostituito da Marco Martini. Arrivato a gennaio dalla Sambenedettese, il giocatore classe ‘79 non sa che di lì a poco sarebbe entrato nella storia del Frosinone Calcio. È il minuto 27, Dado D’Antoni effettua un lancio al bacio per Martini che controlla e da posizione defilata lascia partire un mancino perfetto che non dà scampo a Rossi (clicca QUI per vedere il gol di Martini). È l’apoteosi al Matusa, pieno in ogni ordine di posto. A inizio ripresa si fa male anche Zappino, il preparatore dei portieri Costantini, chiamato a sostituire lo squalificato Iaconi in panchina, manda in campo Chiodini. Il Grosseto ha una doppia occasione al 65’ quando Valeri incorna una punizione proveniente dalla sinistra, la sfera però si infrange sulla traversa. Sulla respinta si avventa Cipolla che incredibilmente manda alto. In quel momento tutti abbiamo capito che sarebbe stata Serie B l’anno dopo. Gli ultimi minuti sono di ordinaria amministrazione per il Frosinone e alle ore 17:51 – non a caso abbiamo scelto questo orario per pubblicare l’articolo – l’arbitro Gervasoni fischia la fine. Il Frosinone Calcio conquista la Serie B! È festa in tutta la città e non solo. Un traguardo straordinario ottenuto grazie a un presidente innamorato della sua creatura come Maurizio Stirpe e a suo padre Benito che tanto ha creduto in questa incredibile scalata. Lo splendido gruppo capitanato da Antonioli ha mandato in estati i tifosi ciociari e si è riservato un posto speciale nella storia del Frosinone Calcio. Fra poco più di due mesi il club giallazzurro dovrà affrontare la Serie A, ma siamo certi che chi ama questi colori sarà sempre grato a quella squadra che l’11 giugno 2006 ha saputo centrare un oBiettivo impensabile fino a poco più di un decennio fa.

FROSINONE-GROSSETO 1-0

Frosinone (4-4-2): Zappino (10’ s.t. Chiodini); Ischia, Antonioli, Pagani, Maggiolini; Morfù, D'Antoni, Perra, Fialdini; Ginestra (22’ p.t. Martini), Mastronunzio (21’ s.t. Bellè). A disp.: Cipriani, Bruno, Zaccagnini, Carlini. All.: Domenico Costantini (Ivo Iaconi squalificato).

Grosseto (3-5-2): Rossi; Galeotti, Di Meglio, Bianchini (33’ s.t. Fanasca); Gessa, Valeri, Consonni, Russo (12’ s.t. Rizzi), Garofalo; Cipolla, Polani (21’ s.t. Sorrentino). A disp.: Rasera, Madaschi, Federici, Lo Nero. All.: Massimiliano Allegri.

Arbitro: Gervasoni di Mantova.

Marcatore: 27’ p.t. Martini.

Note – Ammoniti: Perra, Martini, D’Antoni, Fialdini (F); Consonni, Galeotti, Valeri (G). Spettatori: 5000 circa.