Conferenza stampa Moreno Longo: "Domani non è una gara alla portata, sarà un match difficile"

20.10.2018 11:47 di Stefano Martini Twitter:   articolo letto 1471 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Conferenza stampa Moreno Longo: "Domani non è una gara alla portata, sarà un match difficile"

Ha parlato alla vigilia di Frosinone-Empoli ha parlato il tecnico canarino Moreno Longo. Queste le sue parole:

"Le mie sensazioni? Sicuramente sono positive perché il tempo che abbiamo trascorso insieme in questo ritiro ci ha permesso di migliorare tante situazioni, prima su tutte il fatto di conoscerci. Sono migliorate le relazioni sia con me che tra i calciatori stessi. Devo fare i complimenti ai ragazzi per come hanno accettato il ritiro di questi giorni. Voglio pensare positivo e voglio pensare che questo ritiro sia comunque servito per migliorare diversi aspetti. Già nelle ultime quattro partite prima della sosta avevamo dato segnali di crescita.

Empoli? Ha caratteristiche di squadra ben precise perché ha mantenuto la sua fisionomia anche in A. A favore del precedente dell'anno scorso abbiamo che non hanno cambiato molto e penso che anche domani vorremo venire qui a fare la partita. Non è una gara alla portata ma un match estremamente difficile in cui dovrà esserci un Frosinone estremamente agguerrito in grado di togliere certezze all'Empoli e in grado di essere bravo a gestire il pallone quando avremmo noi il pallone. Domani la gestione del pallone farà la differenza perché se quando la recupereremo la cederemo nuovamente a loro sicuramente favoriremo il loro modo di giocare.

Campbell? È tornato in buone condizioni dalla nazionale, al momento è solo un problema di jet lag

 Ciano? È a disposizione, ha recuperato dalla botta al piede. Non è mai stato in discussione per la gara di domani

Suggerimenti dal presidente? Credo che tra me e il presidente ci sia un ottimo rapporto fato di stima reciproca e di confronto poiché lo facciamo tutti i giorni. Da parte mia c'è grande rispetto verso il presidente e verso le sue parole. Penso che si possa imparare da tutti dunque anche i suoi consigli sono una possibilità di crescita. La squadra nelle ultime due partite ha cercato un certo equilibrio, ha fatto delle buone cose dunque non credo ci sia il bisogno di andare a  stravolgere la formazione

Compattezza dell'ambiente? Credo che la compattezza tra squadra e ambiente sia sempre fondamentale e credo ci sia sempre stata poiché al di là dei mogugni o malumori durante le partite giocate in case il pubblico ci ha sempre sostenuto fino al fischio finale. Siamo noi a dover trascinare il pubblico in base al nostro atteggiamento e a come interpetreremo la gara. C'è una parte di pubblico che ci sosterrà sempre, noi dovremmo essere bravi a coinvolgere il resto dello stadio.

Vloet? Per come lo sto valutando giornalmente credo che sia un trequartista, dotato di ottima tecnica che gioca bene tra le linee alle spalle di un attaccante. Deve capire bene il calcio italiano, calcio in cui in fase difensiva non puoi concedere nessun uomo all'avversario. Sarà un calciatore importante per il Frosinone.

Formazione? Giocheremo con tre calciatori offensivi, non so se con uno o due trequartista.

Vecchia guardia? Sapete quanto rispetto la vecchia guardia perché sono calciatori che ci hanno permesso di essere qui oggi e so che chiunque di loro verrà chiamato in causa darà il suo apporto. Dobbiamo trovare la nostra fisionomia e dunque bisogna dare continuità

Indisponibili? Gori sta sempre meglio, è rientrato in gruppo e sarà convocato. Sara un arma in più di questo Frosinone, domani partirà dalla panchina. Deve solo ritrovare la giusta condizione. Ardaiz sta recuperando dal suo infortunio, Krajnc è alle prese con un trauma cranico rimediato in nazionale e dunque stiamo valutando se poterlo avere a disposizione o meno domani, Hallfredsson non si è potuto allenare in nazionale e non farà parte del match così come Perica"