CONFERENZA STAMPA - Moreno Longo: "Atalanta il peggior avversario. A Bergamo senza Campbell e Ardaiz"

19.08.2018 12:23 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:   articolo letto 1043 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CONFERENZA STAMPA - Moreno Longo: "Atalanta il peggior avversario. A Bergamo senza Campbell e Ardaiz"

Ha parlato alla vigilia di Atalanta-Frosinone il tecnico giallazzurro Moreno Longo. Queste le sue parole:

"Stato d'animo? Sicuramente ci stiamo preparando con grande entusiasmo perché fare la serie A è una grande opportunità. Ce la siamo conquistata sul campo e vogliamo sfruttarla al massimo. C'è grande curiosità nell'andarci a confrontare con tante difficoltà perché sappiamo che il livello è molto alto. 

Calciomercato? Voti non si possono dare, possiamo ringraziare la squadra per averci dato la possibilità di avere una squadra competitiva e adesso starà a noi essere il più competitivi possibili. Siamo contenti di ciò che abbiamo, in questo sport però parla il campo è dunque speriamo di essere pronti il prima possibile.

Contro Benevento? D'estate i carichi di lavoro assottigliano molto le differenze di categorie. Abbiamo faticato con il Sudtirol mentre fatto bene con il Benevento ma anche questa vittoria la prendiamo con le pinze. Il Napoli ieri ha dimostrato dopo un precampionato così così di riuscire a far bene. Ci sta di passare da alti e bassi e la crescita passa dai momenti difficili. Non pensavo di avere una squadra pronta dopo una settimana di lavoro, sappiamo che dobbiamo lavorare sull'equilibrio perché i nuovi si devono ambientare e capire le idee dell'allenatore.

Nuovi? Ardaiz e Campbell non saranno a disposizione per questione di Transfer mentre Vloet a causa di un infortunio sarà a disposizione tra un mesetto mentre Cassata e Pinamonti arrivati nell'ultimo giorno di mercato sono a disposizione ma avranno bisogno di qualche giorno. Goldaniga, Salamon, Molinaro, Perica, Hallfredsson questi invece sono più pronti.

Quando vedremo il vero Frosinone? Mi auguro il prima possibile, spero già dopo la sosta di settembre perché il gruppo avrà lavorato insieme già da 20 giorni. Prima di quella data in queste tre partite dobbiamo comunque pensare di dover fare bene e calarci subito in questa realtà. Dobbiamo provare a prendere punti con chiunque perché al termine del campionato un punto farà la differenza. Speriamo grazie alla disponibilità dei ragazzi di accorciare i tempi il più possibile.

Atalanta? Sul sorteggio non siamo stati fortunati perché l'Atalanta è la peggiore che ci poteva capitare. Ha iniziato presto la preparazione e ha già giocato quattro gare internazionali. Gioca praticamente a memoria e dunque sicuramente la difficoltà sarà alta. A parte il Bologna con il quale sarà una sorta di scontro diretto anche le altre gare di settembre sono con squadre di alta classica. Come l'anno scorso però il calendario non si può cambiare dunque pensiamo a ciò che dipende da noi. 

Squadra? Ho le idee chiare, ovviamente gli ultimi dubbi li sciolgo domani ma abbiamo le idee chiare

Gomez? In tutte le categorie chi fa la differenza sono gli attaccanti perché si può organizzare un'ottima fase difensiva di reparto ma se poi trovi calciatori bravi a saltare l'uomo possono far saltare tutto. Dovremmo essere bravi di reparto per ovviare a certe situazioni

Capitano? Resta Daniel Ciofani, in questo momento è infortunato ma ci darà il suo apporto con la sua presenza nello spogliatoio come accaduto anche l'anno scorso. La storia e il DNA di una squadra vanno rispettati e in questa squadra il DNA dice di lasciare sempre il cuore dentro il campo e dare sempre il massimo dunque calciatori come Ciofani, Gori, Paganini e quant'altro vanno rispettati

 Tifosi? Chiediamo di sostenerci perché quest'anno a maggior ragione abbiamo bisogno di loro. Li vogliamo al nostro fianco per provare a raggiungere un'impresa

Modulo? Restiamo con il 3-5-2, in fase difensiva diventa 5-3-2 ma è un discorso che vale per tutte le squadre che giocano con questo modulo. Non possiamo permetterci di difendere a tre quando subiamo un attacco.

Campbell? Crediamo molto in lui è secondo me è un acquisto di lusso per questo Frosinone. È un giocatore che già in questi primi giorni ci ha dimostrato che si destreggia benissimo con il pallone tra i piedi. Dovrà essere bravo a calarsi al calcio italiano perché gli spazi nel nostro calcio sono diversi dall'estero. Abbiamo molta fiducia in lui. Ha le qualità che poteva avere Perez e sposta gli equilibri. 

Ciano? Non mi piace parlare di punti fermi, è normale avere una fisionomia di squadra ma noi in questo momento non possiamo permetterci di ragionare su punti fermi. Ora abbiamo l'opportunità di avere valide alternative in tutti i reparti senza variare il valore della squadra. Di Ciano conosciamo le qualità e lui sa la fiducia che ho in lui e se siamo qui è anche grazie ai suoi gol così come ringrazio tutti quei calciatori che oggi non sono qui ma l'anno scorso sono stati importati per la cavalcata che ci ha portato in A"