CONFERENZA STAMPA - Joel Campbell: "Amo fare assist. A Parma match difficile"

01.11.2018 13:30 di Stefano Martini Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
CONFERENZA STAMPA - Joel Campbell: "Amo fare assist. A Parma match difficile"

Ha parlato in conferenza stampa l'attaccante giallazzurro Joel Campbell. Queste le sue parole:

"Mi sto trovando bene ne ruolo in cui il mister mi sta facendo giocare. Giocare da trequartista sia a destra che a sinistra è indifferente per me l'importante è aiutare la squadra a vincere. Non so da 0 a 100 come sto ma sicuramente sto crescendo e stanno crescendo le prestazioni della squadra. Piano piano tutto migliorerà.

Mi sto trovando bene perché tutta la squadra mi ha accolto molto bene, mi hanno dato fiducia. Siamo una squadra piccola ma grande di cuore. Tutti i calciatori lavorano per far crescere la squadra, mi sto trovando bene. La vita è fatta di cambiamenti, io sono un ragazzo tranquillo e questa situazione mi piace perché ci obbliga a lavorare per fare di più

Sento addosso il peso del mio acquisto? Sono un calciatore come gli altri, devo fare del mio meglio per aiutare la squadra sfruttare a pieno le.mie qualità così come devono fare i miei compagni. Sia i giovani che i più esperti devono lavorare per il bene della squadra

Differenza dal calcio inglese? Qui si gioca un calcio più tattico, è difficile trovare spazio. Devo adattarmi il prima possibile per aiutare sempre di più la squadra

Cosa è cambiato nelle ultime settimane?Lavorare senza mai far gol era difficile, ora che i gol stanno arrivando la fiducia è cresciuta e stiamo bene. Abbiamo vinto solo una partita però quindi bisogna continuare a lavorare su questa strada perché il campionato è lungo. A Parma sarà difficile, dovremmo andare a giocare lì con la stessa fiducia e umiltà di Ferrara.

Frosinone? Mi sto trovando bene sia io che la mia famiglia. Mi piace stare in casa, ho trovato una casa grande con molto spazio. Si mangia bene qui in Ciociaria

Intesa con Ciano e Ciofani? Si ma non solo con loro anche chi entra dalla panchina sta facendo bene. Con Ciano e Ciofani abbiamo giocato più partite insieme e quindi ci stiamo trovando meglio. Daniel è un grande bomber, Camillo ha un grande piede sinistro oltre ad essere un calciatore intelligente

Gol? Il gol è importante però sono un calciatore a cui piace fare assist. Non sono un bomber da 10-15 gol, preferisco fare giocate per far segnare i miei compagni. Per me l'assist ha lo stesso valore del gol. Mi piace fare gol ma non mi pesa non farne. 

Religione? Credo in Dio e quando prego chiedo di poter fare una grande partita e di non infortunarmi. Sui parastinchi ho il salmo 27 e prima di entrare in campo lo leggo sempre. I miei compagni? Sto di spalle a loro, non so cosa fanno"