CONFERENZA STAMPA - Bartosz Salamon: "Lazio grande squadra ma vogliamo far bene"

29.08.2018 12:37 di Stefano Martini Twitter:   articolo letto 604 volte
© foto di Federico De Luca
CONFERENZA STAMPA - Bartosz Salamon: "Lazio grande squadra ma vogliamo far bene"

Ha parlato qualche istante fa nella sala stampa dello stadio Benito Stirpe il difensore giallazzurro Bartozs Salamon. Queste le sue parole:

"Perché ho cambiato ruolo? Noi calciatori decidiamo poco, siamo a disposizione degli allenatori. Fino a 21 anni mi hanno utilizzato da centrocampista poi a Brescia Calori ha visto in me delle qualità per fare il difensore centrale e in breve tempo ho imparato questo nuovo ruolo

Differenza tra Atalanta e Bologna? C'è differenza nella condizione fisica degli avversari ma soprattutto noi con il Bologna avevamo una settimana di lavoro in più tutti insieme e questo è importante sia per la condizione che per i meccanismi di reparto. Ora ci aspettano altri impegni difficili e vogliamo farci trovare pronti

Spal? Ho trovato una situazione molto simile a questa perché il gruppo anche lì era formato da tanti calciatori che avevano disputato l'anno prima il campionato di B. Ho imparato che è molto importante restare in partita e soprattutto capire che quando non si può vincere l'importante è non perdere poiché anche un punto muove la classica

La Lazio è una squadra molto forte ma anche l'anno scorso con la Spal siamo riusciti a dare filo da torcere a grandi squadre quindi domenica andremo in campo per far bene

Ci salveremo? Non prevedo il futuro ma faremo di tutto per salvarci. Giocheremo con determinazione e concentrazione. Sappiamo che non è facile ma non è impossibile. Faremo di tutto per salvarci

Cosa posso dare alla squadra? Voglio mettere a disposizione della squadra la mia professionalità. È il terzo anno di fila che gioco in una neopromossa e finora mi sono salvato sia con il Cagliari che con la Spal. Ci vuole equilibrio sia nelle sconfitte che nelle vittorie. La società ha allestito una buona squadra, ora spetta a noi.

In campo senza paura? Soprattutto in A durante le gare ci sono vari momenti. Tutte le squadre voglio partire forte e quindi bisogna capire che non dobbiamo da subito intestardisci a giocare il pallone, meglio giocare semplice e aspettare che la pressione degli avversari scenda per iniziare a fare la partita.

Gol? Negli anni passati ho fatto qualche gol, quest'anno voglio essere ancora più decisivo anche da quel punto di vista

Mister Longo? È molto importante, lo sto conoscendo adesso e si sta dimostrando molto bravo nel darci le motivazioni giuste sia prima che durante la gara. Ripeto  è molto importante per noi

La Lazio? La settimana di preparazione a match è appena iniziata, lavoreremo sulle situazioni tattiche specifiche che riguardano la Lazio. Dovremmo essere svegli noi in difesa sulle seconde palle, a mio modo di vedere sarà più importante questo aspetto piuttosto che provare ad intervenire sui palloni giocati alti per Milinkovic

Stimoli? Affrontare grandissimi calciatori è sempre bello. Affrontare grandi calciatori ti porta a pensare che perderai tutti i duelli ma giocando ti accorgi che anche loro sono umani e che dunque puoi avere la meglio. Queste partite ti danno una carica in più

Tifosi? Non vedo loro di conoscere la tifoseria del Frosinone perché me ne hanno parlato bene. Siamo convinti che contro il Bologna con i nostri tifosi poteva andare diversamente. Sicuramente il loro apporto durante la stagione sarà importante"