Tre promozioni in cinque anni: il saluto del ds Giannitti al Frosinone

17.05.2019 07:00 di Stefano Martini Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tmw/Cardia
© foto di Federico Gaetano
Tre promozioni in cinque anni: il saluto del ds Giannitti al Frosinone

Cambio al vertice per il Frosinone. Non si conoscono ancora i nomi di chi guiderà la società nel prossimo campionato. La cosa certa è che, in modo silenzioso, ha già salutato Marco Giannitti, direttore sportivo la cui risoluzione è stata annunciata poco tempo fa dal presidente Stirpe. Ne è seguita una lunga e toccante lettera pubblicata sui social dallo stesso Giannitti con cui il ds ha voluto salutare in maniera calorosa la piazza ciociara: “Siete stati in tantissimi a farmi sentire il vostro affetto in queste settimane. Ognuno, a modo suo, ha voluto salutarmi, magari ricordando un momento particolare di questi ultimi 5 anni, una partita o scrivendomi un semplice buona fortuna. Vi ringrazio ancora una volta per questo calore e per le tante belle parole che mi avete dedicato. Non le dimenticherò”.

Tre campionati vinti in cinque anni: è questo il bilancio dell'ex portiere da ds del Frosinone. Arriva in gialloazzurro nel 2013/2014 già con un curriculum da vincente: l’anno precedente con il San Marino aveva conquistato la Prima Divisione di Lega Pro, mentre nel 2008 aveva portato la piccola realtà del Celano a battersi per la C1. Al suo primo anno in terra ciociara i Leoni sono in Prima Divisione, oggi stanno per concludere la loro seconda stagione in Serie A. Da ds del Frosinone arrivano tre promozioni: in B, subito in A, poi di nuovo in A dopo la retrocessione. Nel mezzo, la prima stagione in massima serie: 31 punti finali, i pareggi strappati in casa della Juventus e del Milan, la retrocessione arrivata tra gli applausi dei tifosi e solo alla penultima giornata.

L’anno dopo è quello della beffa nonostante le tante vittorie della squadra ciociara: i 74 punti della Serie B 2016/2017, record per i ciociari. A pari merito col Verona, ma terzi per differenza reti, coi playoff poi persi in semifinale. Il salto nel senso della continuità: la forza del Frosinone, in questi anni targati Giannitti, è stata anche la compattezza del gruppo. Rinforzato con l'aggiunta di tasselli in linea con lo spirito della squadra, senza rivoluzioni, ma provando a migliorarsi. È stata questa la filosofia voluta da Giannitti. Un’idea di calcio che ha permesso al Frosinone di arrivare a disputare la serie A. Il suo, in ultima analisi, è l’addio di chi ha scritto la parte più bella della storia frusinate.