TOP E FLOP - Dionisi si sfoga, la difesa sbaglia. Valzania-Sammarco, errori incommentabili

13.05.2019 09:00 di Andrea Pontone Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
TOP E FLOP - Dionisi si sfoga, la difesa sbaglia. Valzania-Sammarco, errori incommentabili

Il Frosinone perde per l'ennesima volta in casa, stavolta contro la quartultima: l'Udinese sbanca il 'Benito Stirpe' per 3-1 e si rilancia in chiave salvezza.

Andiamo alla scoperta dei volti positivi e negativi dell'incontro, analizzando i "Top" "Flop" del match.

TOP:

Federico Dionisi: "un calciatore senza crociato rotto non è un calciatore", scriveva qualche mese fa su internet. Assente giustificato per quasi sette mesi, ci ha messo un po' per ritrovare la confidenza col pallone e con il gol. Attraverso un tocco di testa preciso sotto il diluvio si scrolla di dosso un peso insormontabile. In pratica quest'anno non ha giocato, perché non ne ha avuto la possibilità, ma ha dimostrato di avere i colpi di un tempo. E nella prossima stagione sarà tutta un'altra storia.

Luca Paganini: si batte come al solito in mezzo al campo come fosse un leone, vince la maggior parte dei contrasti e dimostra una buona personalità. Questa squadra deve ripartire da gente come lui.

FLOP:

Il reparto difensivo: ingenuità su ingenuità, si continua a sbagliare anche quando ormai il verdetto stagionale è già sancito. Gli errori sono troppo banali per meritare un giudizio approfondito: bisogna confrontarsi con la categoria della Serie A e riconoscere che questo Frosinone (a maggior ragione la sua retroguardia) è totalmente fuori luogo.

Gli errori di Valzania e Sammarco: due passaggi elementari sbagliati, due gol subiti. Con quanti gol di scarto ha perso il Frosinone? Due. Puoi giocare con tutta l'aggressività che vuoi, ma se regali due reti agli avversari parti dallo 0-2. E non è facile poi uscirne fuori. In Serie A errori del genere non sono accettabili: anche la quartultima scherza col pallone se le regali un contropiede.