Si accende la corsa al secondo posto, in coda è bagarre

21.02.2020 14:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Lega B
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Si accende la corsa al secondo posto, in coda è bagarre

La sesta giornata di ritorno della Serie BKT comincia stasera con l’anticipo tra Cosenza e Frosinone, un testacoda importante per entrambe che cercano conferme dopo i successi ottenuti nello scorso turno. I ciociari vogliono confermarsi al secondo posto e respingere un eventuale attacco di Spezia, impegnato a Trapani, e Crotone, in scena allo Scida con il Pescara, mentre i calabresi hanno bisogno di punti per non staccarsi dalla zona salvezza. Proprio in coda è vera e propria bagarre: la Cremonese va ad Ascoli dopo il netto successo proprio sui siciliani, il Livorno è chiamato a far bene all’Arechi, in casa della Salernitana. La capolista Benevento invece se la vedrà con la Virtus Entella a Chiavari. Per il Cittadella c’è la Juve Stabia.E’ scontro salvezza anche quello tra Pisa e Venezia con i lagunari che cercano il sorpasso ai nerazzurri, possibile in caso di vittoria. 2 punti separano in classifica anche Pordenone e ChievoVerona con i clivensi che provano a mettere il fiato sul collo ai neroverdi. Infine il posticipo del lunedì tra Perugia ed Empoli.

Venerdì 21 febbraio ore 21

Cosenza-Frosinone

I confronti ufficiali tra le due squadre a Cosenza sono 5: 2 le vittorie rossoblu (ultima 2-0 nella C-1 1987/88), 2 i pareggi (ultimo 1-1 nella C 1973/74) ed 1 successo ciociaro (1-0 nella C 1971/72).

Cosenza una delle 3 squadre cadette 2019/20 che fa meglio fuori casa che tra le mura amiche, come Venezia e Cittadella: per i calabresi 10 punti al San Vito-Marulla, 13 lontano da casa.

Calabresi a secco in casa da 258’: ultima rete firmata Baez al 12’ di Cosenza-Empoli 1-0 del 26 dicembre scorso, da cui si sommano i residui 78’ di quella gara e le due intere perse ambedue 0-1 da Crotone e Benevento.

Cosenza una delle due squadre cadette 2019/20 che perdono il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati al 45’: -7 in 24 giornate, come il Pisa.

Frosinone a porta chiusa in assoluto da 396’: ultima rete subita da Pobega al 54’ di Frosinone-Pordenone 2-2 del 17 gennaio scorso, da cui si contano i restanti 36’ di quella gara e le intere – tutte e 4 vinte per 1-0 – su Ascoli (fuori casa), Entella (in casa), Venezia (trasferta) e Perugia (allo Stirpe).

Probabili formazioni:

Cosenza (4-3-3): Perina; Casasola, Idda, Capela, Lazaar; Bruccini, Kanoutè, Sciaudone; Carretta, Asencio, Pierini. All. Pillon.

Frosinone (3-5-2): Bardi; Brighenti, Ariaudo, Capuano; Salvi, Rohden, Maiello, Haas, D’Elia; Novakovich, Dionisi. All. Nesta.

Arbitro: Ros.

Diffidati: Legittimo (Cosenza); Beghetto (Frosinone).

Squalificati: D’Orazio (Cosenza).

Sabato 22 febbraio ore 15

Ascoli-Cremonese

I confronti ufficiali tra le due squadre nelle Marche sono 10: 5 le vittorie bianconere (ultima 3-0 nella Serie B 1992/93), 4 i pareggi (ultimo 0-0 nella Serie B 2018/19) e 1 successo grigiorosso (1-0 nella Serie A 1989/90). La Cremonese non fa gol al Del Duca proprio dal giorno di quella vittoria, 1-0 il 26 novembre 1989, con rete di Dezotti al 55’; da allora digiuno che dura da 485’.

Ascoli una delle 6 formazioni cadette 2019/20 che fanno pieno turn-over, 72 cambi su 72 in 24 giornate, come Juve Stabia, Pisa, Venezia, Pescara e Spezia.

Cremonese senza successi esterni da 12 partite, di cui 4 pareggiate e 8 perdute. Ultima vittoria esterna grigiorossa il 2-1 di Venezia del 26 agosto scorso.

Probabili formazioni:

Ascoli (4-3-1-2): Leali; Andreoni, Gravillon, Brosco, Sernicola; Eramo, Petrucci, Cavion; Morosini; Scamacca, Trotta. All. Stellone.

Cremonese (3-5-3): Ravaglia; Bianchetti, Terranova, Claiton; Zortea, Arini, Valzania, Gaetano, Migliore; Palombi, Ciofani. All. Rastelli.

Arbitro: Minelli.

Diffidati: Brosco, Gravillon, Padoin, Pucino (Ascoli); Arini, Claiton, Gustafson, Migliore (Cremonese).

Squalificati: Troiano (Ascoli).

Cittadella-Juve Stabia

Sono 3 i confronti ufficiali al Tombolato tra le due squadre: in bilancio 1 vittoria veneta (1-0 nella B 2012/13) e 2 campane (ultima 2-0 nella B 2013/14), senza pareggi.

Una vittoria nelle ultime 7 giocate al Tombolato per il Cittadella, 4-3 sulla Salernitana lo scorso 7 dicembre, nel mezzo 3 pareggi e 3 sconfitte (nelle ultime 3 gare disputate). Nelle ultime 6 partite granata di casa sempre in gol (9 reti totali), ma anche sempre a porta aperta (12 gol subiti). Il Cittadella – come Venezia e Cosenza – è una delle 3 formazioni cadette 2019/20 che fanno meglio in trasferta che in casa: 15 i punti granata al Tombolato, 21 lontano da casa.

Cittadella distratto dopo la pausa, con 8 reti subite dal 46’ al 60’, nessuno peggio dei veneti. Di contro i veneti vanno a segno da 8 partite consecutive e 12 reti realizzate, ultimo stop il confronto perso per 0-1 ad Ascoli.

Juve Stabia in gol da 9 partite di fila: 15 le reti campane con ultimo stop nello 0-2 casalingo subito dal Frosinone l’8 dicembre scorso.

Quella campana è una delle 6 formazioni cadette 2019/20 che fanno pieno turn-over, 72 cambi su 72 in 24 giornate, come Ascoli, Pisa, Venezia, Pescara e Spezia.

Probabili formazioni:

Cittadella (4-3-1-2): Paleari; Ghiringhelli, Perticone, Frare, Rizzo; Proia, Iori, Branca; D’Urso; Diaw, Rosafio. All. Venturato.

Juve Stabia (4-3-3): Provedel; Vitiello, Allievi, Troest, Germoni; Addae, Calò, Mallamo; Canotto, Bifulco, Forte. All. Caserta.

Arbitro: Ayroldi.

Diffidati: Diaw, Perticone (Cittadella); Addae, Fazio, Germoni, Mallamo, Tonucci (Juve Stabia).

Squalificati:

Trapani-Spezia

Trapani imbattuto nei 6 incroci ufficiali al Provinciale contro lo Spezia: 4 le vittorie granata (ultimo 2-0 nei playoff di Serie B 2015/16), 2 i pareggi (ultimo 0-0 nella Serie B 2016/17)

Trapani formazione della Serie BKT 2019/20 più fragile nei primi 15’ di gioco: 9 le reti al passivo dei granata siciliani. Il Trapani è distratto anche nei 15’ finali di gioco, con 14 reti subite dal 76’ al 90’ inclusi recuperi.

Siciliani senza gol da 286’: ultimo firmato Pettinari al 74’ dell’1-1 a Venezia del 26 gennaio scorso, da cui si sommano i restanti 16’ di quella gara e le 3 intere successive, tutte perdute dai siciliani, 0-3 dal Cittadella in casa, 0-1 a Salerno e 0-5 a Cremona, ambedue in trasferta.

Spezia imbattuto da 12 partite: ultima sconfitta il 9 novembre scorso in casa del Pisa per 3-2. In bilancio 8 successi liguri e 4 pareggi, con 5 vittorie di fila nelle ultime 5 gare giocate.

Liguri primatisti nella Serie BKT 2019/20 per gol con subentranti: 6.

Lo Spezia è la formazione cadetta 2019/20 che guadagna il maggior numero di punti nelle riprese rispetto al 45’: +14.

Probabili formazioni:

Trapani (3-5-2): Carnesecchi; Pirrello, Pagliarulo, Fornasier; Kupisz, Luperini, Taugourdeau, Colpani, Grillo; Piszcek, Pettinari. All. Castori.

Spezia (4-3-3): Scuffet; Ferrer, Erlic, Capradossi, Marchizza; Mora, Bartolomei, Ricci M.; Ricci F., Gyasi, Bidaoui. All. Italiano.

Arbitro: Sozza.

Diffidati: Del Prete, Luperini (Trapani); Ferrer, Gudjohnsen, Maggiore, Mastinu (Spezia).

Squalificati: Strandberg (Trapani).

Virtus Entella-Benevento

Sono 2 i confronti ufficiali a Chiavari tra le due squadre: in bilancio 1 successo dei padroni di casa (3-2 nella B 2016/17) e 1 pareggio (2-2 dopo overtime nella Coppa Italia 2014/15, con qualificazione ligure ai rigori, 6-5 nei tiri dal dischetto).

Virtus Entella a passo-promozione in casa: 8 partite giocate con 4 successi e 4 pareggi dal giorno dell’ultima sconfitta, 0-2 dal Venezia lo scorso 24 settembre.

Quella ligure è una delle due squadre cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti nei 15’ finali del primo tempo: 9 dal 31’ al 45’ più extratime, come il Pordenone.

Di fronte le due formazioni cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti nei 15’ finali di gara: 12 per ciascuna dal 76’ al 90’ recuperi inclusi.

Il Benevento è la regina della B 2019/20 per numero di partite vinte (17), minor numero di sconfitte (1), gol segnati (41) e minor numero di reti subite (13).

Sanniti imbattuti da 15 giornate con bilancio di 12 vittorie e 3 pareggi ed ultimo k.o. datato 26 ottobre scorso, 0-4 a Pescara. In queste 15 gare giallorossi sempre in gol, 30 reti complessive.

Probabili formazioni:

Virtus Entella (4-3-1-2): Contini; Coppolaro, Chiosa, Pellizzer, Sala; Mazzitelli, Paolucci, Settembrini; Schenetti; Morra, De Luca G. All. Boscaglia.

Benevento (4-3-2-1): Montipò; Maggio, Barba, Caldirola, Letizia; Hetemaj, Schiattarella, Viola; Insigne, Sau; Moncini. All. Inzaghi.

Arbitro: Marini.

Diffidati: De Luca G., Schenetti (Virtus Entella); Coda, Kragl, Letizia (Benevento).

Squalificati:

Ore 18

Pisa-Venezia

I precedenti ufficiali tra le due squadre a Pisa sono 17: in bilancio 9 successi nerazzurri (ultimo 3-1 nei playoff di C-1 2006/07), 4 pareggi (ultimo 0-0 nella C-1 2006/07) e 4 vittorie lagunari (ultima 1-0 nella Serie B 1991/92).

Pisa cooperativa del gol con 15 marcatori diversi. Il Venezia è penultimo nella classifica, con 8 calciatori a segno.

Quella nerazzurra è una delle due squadre cadette 2019/20 che perdono il maggior numero di punti nelle riprese rispetto ai risultati al 45’: -7 in 24 giornate, come il Cosenza.

Di fronte due delle 6 formazioni cadette 2019/20 che fanno pieno turn-over, 72 cambi su 72 in 24 giornate, come Ascoli, Juve Stabia, Pescara e Spezia.

Venezia una delle 3 compagini cadette che fanno meglio fuori casa che tra le mura amiche, come Cosenza e Cittadella: 18 i punti esterni arancioneroverdi, 10 al Penzo.

La squadra veneta è reduce da 7 punti nelle ultime 3 trasferte (2 vinte e 1 pareggiata) e senza subire reti: ultimo gol subito lontano dal Penzo dai lagunari in Juve Stabia-Venezia 2-0 del 21 dicembre scorso, firmato Forte al 62’, con porta blindata da 298’.

Probabili formazioni:

Pisa (4-3-1-2): Gori; Belli, Caracciolo, Benedetti; Lisi; De Vitis, Gucher, Pinato; Minesso; Marconi, Masucci. All. D’Angelo.

Venezia (4-3-1-2): Pomini; Lakicevic, Modolo, Cremonesi, Ceccaroni; Maleh, Fiordilino, Zuculini; Aramu; Capello, Longo. All. Dionisi.

Arbitro: Pezzuto.

Diffidati: Lisi, Pinato, Siega (Pisa); Ceccaroni, Cremonesi, Lollo, Modolo, Montalto (Venezia).

Squalificati: Marin, Soddimo (Pisa); Firenze (Venezia).

Domenica 23 febbraio ore 15

Pordenone-ChievoVerona

In Friuli i confronti ufficiali tra le due squadre sono 3: in bilancio 2 pareggi (ultimo 1-1 nella Serie C-2 1987/88) e 1 vittoria scaligera (1-0 nella C-2 1988/89).

Girone di ritorno in flessione per i neroverdi, reduci da 2 pareggi e 3 sconfitte, senza vittorie e porta sempre aperta per 9 gol totali subiti.

Pordenone una delle due squadre cadette 2019/20 che segnano il maggior numero di reti nei 15’ finali del primo tempo: 9 dal 31’ al 45’ più extratime, come la Virtus Entella.

Chievo reduce da 4 pareggi esterni di fila, dove non vince dal 25 settembre scorso, 4-3 a Livorno. Poi 8 trasferte con 6 pareggi e 2 sconfitte.

Probabili formazioni:

Pordenone (4-3-1-2): Di Gregorio; Semenzato, Bassoli, Camporese, De Agostini; Misuraca, Burrai, Pobega; Chiaretti; Strizzolo, Bocalon. All. Tesser.

ChievoVerona (4-3-1-2): Semper; Dickmann, Vaisanen, Leverbe, Renzetti; Segre, Garritano, Di Noia; Giaccherini; Meggiorini, Djordjevic. All. Marcolini.

Arbitro: Ghersini.

Diffidati: Camporese, Mazzocco (Pordenone); Segre (ChievoVerona).

Squalificati: Cesar, Esposito (ChievoVerona).

Salernitana-Livorno

A Salerno i confronti ufficiali tra le due squadre sono 21: 10 le vittorie campane (ultima 3-1 nella Serie B 2018/19), 7 i pareggi (ultimo 0-0 nella serie C-1 1986/87) e 4 successi toscani (ultimo 2-0 nella Serie B 2008/09).

Salernitana una delle due formazioni cadette 2019/20 che fanno meno cambi: su 72 disponibili ne ha effettuati 67, come il Frosinone.

Livorno senza successi da 13 giornate, con score di 4 pareggi e 9 sconfitte. Ultima vittoria amaranto il 2 novembre scorso, 2-1 in casa sulla Juve Stabia.

Formazione labronica distratta prima della pausa: 10 le reti subite dagli amaranto dal 46’ al 60’ inclusi recuperi, primato condiviso con l’Empoli.

Toscani unici a non ancora vinto in trasferta: 13 le gare senza successi esterni per i ragazzi di Breda, con score di 5 pareggi ed 8 sconfitte. L’ultima vittoria esterna risale al 1 maggio 2019, 3-2 a casa dell’Hellas Verona, in B.

Probabili formazioni:

Salernitana (3-5-2): Micai; Aya, Migliorini, Jaroszynski; Kiyine, Capezzi, Dziczek, Maistro, Lopez; Djuric, Jallow. All. Ventura.

Livorno (3-5-2): Plizzari; Di Gennaro, Silvestre, Bogdan; Del Prato, Rocca, Luci, Awua, Agardius; Marras, Simovic. All. Breda.

Arbitro: Di Martino.

Diffidati: Jallow, Lombardi (Salernitana); Raicevic, Rocca (Livorno).

Squalificati: Akpa Akpro (Salernitana); Agazzi (Livorno).

Ore 21

Crotone-Pescara

Allo Scida i precedenti ufficiali sono 28: 13 i successi rossoblu (ultima 2-1 nella Serie A 2016/17), 7 i pareggi (ultimo 1-1 nella I Divisione 2007/08) e 8 le vittorie abruzzesi (ultima 2-0 nella Serie B 2018/19).

Crotone in gol da 9 partite di fila, per un totale di 15 gol totali, con ultimo stop nello 0-1 a casa del Pordenone, l’8 dicembre scorso.

Pescara una delle 6 formazioni cadette 2019/20 che fanno pieno turn-over, 72 cambi su 72 in 24 giornate, come Ascoli, Pisa, Venezia, Juve Stabia e Spezia.

Delfino scatenato nei primi 15’ della ripresa: 8 le reti abruzzesi dal 46’ al 60’, record tra i cadetti nel 2019/20 nel periodo preso in esame.

Probabili formazioni:

Crotone (3-5-2): Cordaz; Curado, Marrone, Gigliotti; Gerbo, Benali, Messias, Barberis, Mazzotta; Armenteros, Simy. All. Stroppa.

Pescara (3-5-2): Fiorillo; Del Grosso, Drudi, Bettella; Zappa, Memushaj, Busellato, Melegoni, Crecco; Galano, Bojinov. All. Legrottaglie.

Arbitro: Robilotta.

Diffidati: Benali, Messias (Crotone); Drudi, Machin, Memushaj, Scognamiglio (Pescara).

Squalificati:

Lunedì 24 febbraio ore 21

Perugia-Empoli

Nei 15 confronti ufficiali al Curi il bilancio è di 6 vittorie biancorosse (ultima 3-1 nella serie A 1998/99), 5 pareggi (ultimo 1-1 nella Serie A 2003/04) e 4 successi azzurri (ultimo 4-2 nella Serie B 2017/18).

Empoli a porta aperta da 18 giornate di Serie BKT 2019/20 con 26 reti subite. Ultima gara vinta e senza subire reti il 3-0 casalingo sul Perugia del 28 settembre scorso.

Quella toscana è anche la formazione cadetta più prolifica nei primi 15’ di gioco: 7 le reti azzurre nel periodo. I toscani – invece – sono vulnerabili prima della pausa, con 10 reti subite dal 31’ al 45’ inclusi recuperi, alla pari del Livorno.

Probabili formazioni:

Perugia (4-3-1-2): Vicario; Rosi, Angella, Rajkovic; Mazzocchi, Kouan, Carraro, Dragomir, Di Chiara; Falcinelli, Iemmello. All. Cosmi.

Empoli (4-3-3): Brignoli; Fiamozzi, Romagnoli, Maietta, Balkovec; Frattesi, Ricci, Henderson; Mancuso, La Mantia, Tutino. All. Marino.

Arbitro: Rapuano.

Diffidati: Carraro, Di Chiara, Falasco, Iemmello, Vicario (Perugia); Balkovec, Dezi, Frattesi, Veseli (Empoli).

Squalificati:

Precedenti segnalati da Football Data.