Serie B, classifica delle multe: comanda il Foggia. Indenne il Frosinone

11.02.2018 22:30 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 747 volte
© foto di Federico Gaetano
Serie B, classifica delle multe: comanda il Foggia. Indenne il Frosinone

Oltre duecentomila euro, per la precisione 203.500, tanto è l'ammontare delle multe comminate alle società calcistiche dal Giudice Sportivo nelle prime 24 giornate del campionato di Serie B 2017/18. Per alcune società, secondo quanto riporta Blastingnews, una vera e propria tassa che settimanalmente va a gravare sul bilancio societario. A guidare questa poco invidiabile classifica il Foggia che è riuscito a collezionare addirittura 33.000 euro un undici multe. Alla società rossonera costano cari bengala e fumogeni ai quali i calorosi tifosi satanelli fanno puntualmente ricorso. Dietro i pugliesi troviamo la Salernitana con 28.500 euro di sanzioni. Per la verità i campani pagano caro una multa da 20 mila euro ricevuta alla ventesima giornata non imputabile ai tifosi e senza la quale sarebbero ben lontani dal podio.

Podio completato dal Brescia con 21.500 euro di multe ricevute in otto diverse giornate. Male anche la Cremonese con ventimila euro e l'Umbria calcistica che vede Ternana e Perugia vessate rispettivamente per 18.000 e 15.500 euro. Sopra i 10 mila euro anche Pescara ed Avellino. In fondo alla classifica il Carpi con 3 mila euro, il Novara e la Virtus Entella con 2.500 euro, l'Empoli con 2 mila e il Parma con 1.500 euro. Benissimo infine Ascoli, Cesena, Cittadella e Frosinone che non hanno ricevuto alcuna multa.

Questa la classifica completa delle multe

1) Foggia 33.000

2) Salernitana 28.500

3) Brescia 21.500

4) Cremonese 20.000

5) Ternana 18.000

6) Perugia 15.500

7) Pescara 12.500

8) Avellino 11.500

9) Venezia 9.000

10) Palermo 8.500

11) Bari 6.000

11) Spezia 6.000

13) Carpi 3.000

14) Novara 2.500

14) Virtus Entella 2.500

16) Empoli 2.000

16) Pro Vercelli 2.000

18) Parma 1.500

19) Ascoli 0

19) Cesena 0

19) Cittadella 0

19) Frosinone 0

Le multe più pesanti

Vale la pena poi dare uno sguardo alle singole multe più salate comminate dal giudice sportivo.

Come già scritto, è la Salernitana ad aver subito la multa più pesante in assoluto: ben 20 mila euro alla ventesima giornata. Due la motivazioni per la maxi multa, la prima è il lancio nel secondo tempo di una lattina che ha causato una sospensione del gioco per un minuto, la seconda, ben più grave, il lancio di 4 fumogeni sul terreno di gioco, uno dei quali ha colpito un giocatore della squadra ospite che è dovuto ricorrere alle cure mediche prima di riprendere regolarmente il gioco.

Altre due multe da 10 mila euro sono poi state comminate alla sedicesima giornata al Foggia e alla Ternana. La società rossonera paga l'accensione e il lancio di numerosi fumogeni e bengala nel proprio settore e sul terreno di gioco e per aver lanciato "due petardi nel settore occupato dai sostenitori della squadra avversaria, uno dei quali scoppiava a poca distanza da uno steward". Diversa invece la motivazione per la multa alla Ternana: "a titolo di responsabilità oggettiva, per avere omesso di impedire la presenza nel tunnel che adduce agli spogliatoi di un proprio collaboratore che aggrediva un calciatore della squadra avversaria causando momenti di grossa tensione.".

Alla società rossoverde nella stessa giornata veniva inflitta un'ulteriore multa da 4 mila euro per avere, durante la gara: "acceso due petardi ed alcuni fumogeni nel proprio settore e lanciato quattro petardi nel recinto di giuoco".