PRIMAVERA, PERUGIA – FROSINONE 2-2

23.10.2019 05:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
Fonte: Frosinone calcio
PRIMAVERA, PERUGIA – FROSINONE 2-2

PERUGIA – FROSINONE 2-2

Perugia: Ruggiero, Giordano, Righetti, Corradini, Ndir, Tozzuolo, Vitor (39’st Giustini), Vagnoni, Rossi (7’pt Metelli), Mangiaratti, Areco (14’st Tunkara). A disposizione: Cerbini, Torcolacci, Scarpini, Fuscagni, Bacchi, Rigen, Laye. Allenatore Migliorelli.

Frosinone: Bastianello, Vecchi, Tonetto (18’st Di Razza), De Florio, Verde, Giordani, Selvini (18’st Venturini), Santarpia, Altobello (35’st Luciani), Obleac (24’st Ortenzi), Vitalucci (35’st Morelli). A disposizione: Zoffranieri, Esposito, Nigro, Orlandi. Allenatore Marsella.

Arbitro: Alberto Ruben Arena della sezione di Torre del Greco

Reti: 12’pt Obleac, 35’pt Vitalucci, 16’st Vitor, 20’st Righetti.

Ammoniti: 42’pt Tonetto, 25’st Righetti. Espulso: Vagnoni al 38’pt.

PERUGIA – Gara dai due volti per la Primavera giallazzurra, che nel primo tempo domina in lungo e in largo e nella ripresa cala incomprensibilmente, regalando di fatto il pareggio al Perugia. Parte forte il Frosinone con Altobello che ruba palla e serve ottimamente Vitalucci, ma il numero 11 colpisce male e la palla termina sul fondo. Al 15′ De Florio fa un gran lavoro a centrocampo e recupera palla, serve Obleac che va in percussione e calcia dal limite per il gol del vantaggio. Reazione rabbiosa dei padroni di casa, che ci provano due volte in 3′, bravo Bastianello a salvare. Al 37′ è ancora Obleac a colpire. Errore della retroguardia umbra e Vitalucci è bravo a pescare il numero 10 in area di rigore, che indisturbato deposita in rete. Al 40′ il Perugia resta in dieci, complice il doppio giallo ai danni di Vagnoni. Nella ripresa blackout totale del Frosinone e la squadra di Migliorelli, nonostante l’inferiorità numerica accorcia al 64′ con Araujo, che tutto solo sul secondo palo insacca. Passano solo 4′ e arriva il pareggio, con un destro potete e preciso dalla distanza di Corradini. Finale confuso e con qualche rischio di troppo per i giallazzurra, che si portano in classifica a quota 5 punti.