Parco Matusa, a pieno ritmo la messa a dimora degli alberi

15.05.2018 16:30 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 1105 volte
Parco Matusa, a pieno ritmo la messa a dimora degli alberi

Proseguono a ritmo serrato, secondo il cronoprogramma dell’Amministrazione Ottaviani, i lavori nel Parco urbano del Matusa. Sono 107 le essenze arboree di alto fusto che, una volta terminato il primo lotto di piantumazioni, abbelliranno l’area verde di uno dei più grandi parchi urbani realizzati dal dopoguerra a oggi nell'Italia centrale.

Gli addetti dell'impresa appaltatrice hanno già provveduto a consegnare le piante, sempreverdi e caducifoglie, che dalla prossima estate faranno da cornice al relax o allo svago di famiglie, bambini e anziani del Capoluogo. Fra le essenze che andranno a comporre il “polmone verde” del Parco, si contano 6 ginkgo biloba, 20 pyrus calleryana, 16 ligustrum lucidum, 11 prunus cerasifera, 12 quercus robur, 21 quercus ilex, 10 cercis siliquastrum, 4 olea europea e 7 liquidambar styraciflua, sottolinea con un comunicato ufficiale l'amministrazione comunale.

Completati gli scavi a cura degli operatori presenti nell’area, realizzati sotto la supervisione dell’archeologo e tenendo conto delle indicazioni della Soprintendenza, gli operai dell'impresa, diretti dall'architetto Elio Noce, hanno abbattuto le superfetazioni e i profili in cemento che dividevano il vecchio rettangolo di gioco con il resto dell’area calpestabile, mentre è stata ultimata la battitura dei piani e dei livelli, su cui sta progressivamente prendendo forma il nuovo massetto, insieme alla superficie in marmo proveniente dalle cave di Coreno Ausonio per il percorso pedonale, di circa 2.500 metri quadri.