L'ANGOLO DEL TIFOSO- Paolo Gatta:"servono più certezze che scommesse!"

08.06.2019 14:30 di Francesco Cenci   Vedi letture
L'ANGOLO DEL TIFOSO- Paolo Gatta:"servono più certezze che scommesse!"

A distanza di tempo rincontriamo un tifoso canarino “doc”, Paolo Gatta, che da sempre segue assiduamente il Frosinone, a volte anche nelle partite fuori dalle mura amiche.

Buongiorno Paolo, purtroppo la stagione del Frosinone si è chiusa con la retrocessione in Serie B:  Qual è il tuo bilancio di questa annata?

"Il bilancio è purtroppo negativo, in quanto  l’obiettivo dichiarato dalla dirigenza, era quello di rimanere in “A”. A mio avviso le cause sono state molteplici, a partire dagli acquisti di calciatori non proprio all’altezza per la serie A, fino al ritiro in Canada, che non ha permesso alla  squadra di confrontarsi con club che preparassero i ciociari ad affrontare al meglio il massimo campionato".

 Ti aspettavi la rescissione consensuale di mister Baroni? Considerato che era subentrato in corsa, non sembrava aver fatto così male…

"No, francamente ritenevo che mister Baroni venisse riconfermato.Tutto sommato lo ritengo  un allenatore adatto alla serie B, e con una buona campagna acquisti, avrebbe potuto far bene".

Chi vorresti l’anno prossimo in panchina per tentare di nuovo il salto in Serie A?

"Secondo me servirebbe un profilo di allenatore che abbia già fatto la serie A e soprattutto con una buona esperienza.  Una persona che sia in grado di programmare anche gli acquisti e gestire i calciatori, insomma un tecnico che funga un po’ da manager come avviene per le squadre inglesi".

Paganini, Chibsah, Dionisi, Ciofani… Molti giocatori hanno richieste di mercato: E’ la fine di un ciclo? Da che tipo di rosa dovrebbe ripartire secondo te il Frosinone?

"Penso che i giocatori che mi hai citato siano utili per tentare da subito la promozione in “A”, ma oltre al nucleo storico detto, serviranno certamente acquisti di categoria superiore alla serie B, ovvero gente che abbia già disputato campionati importanti, e nella massima serie".

Qual è il tuo sogno di mercato, se lo hai, per questa campagna acquisti?

"Ritengo sia fondamentale avere una coppia d’attaco di alto livello, ad esempio mi piacerebbe molto Pavoletti  nel reparto avanzato oppure Caputo. Anche Farias sarebbe un  ottimo giocatore".

Naturalmente sei speranzoso il prossimo anno di poter festeggiare il ritorno in  “A”?

"Credo che se la dirigenza utilizzi al meglio i soldi avuti con il “ paracadute” , facendo acquisti mirati a rinforzare la squadra,  potremmo  risalire in A già nella prossima stagione. Mi auguro che gli acquisti siano basati più sulle certezze che sulle scommesse, anche perchè il prossimo campionato di "B" sarà molto agguerrito e difficoltoso."