L'ANGOLO DEL TIFOSO – Elisabetta Marcoccia:”Sarò sempre allo stadio, nel bene e nel male!"

16.04.2019 12:30 di Francesco Cenci   Vedi letture
L'ANGOLO DEL TIFOSO – Elisabetta Marcoccia:”Sarò sempre allo stadio, nel bene e nel male!"

Per la nostra rubrica "L'angolo del tifoso", dedicata ai supporter canarini, abbiamo il piacere di intervistare una tifosa un po’ speciale: Elisabetta Marcoccia. Speciale perché è la titolare del “Bar Lovely”, un punto di ritrovo per tantissimo tifosi del Frosinone.

Buongiorno Elisabetta, dunque sei una tifosa molto conosciuta!

"E’ vero, innanzitutto sono tifosissima dei giallazzurri, e poi avendo il mio bar adiacente al vecchio stadio “Matusa”, ho avuto la fortuna di conoscere quasi tutti i giocatori dell’era del Presidente Stirpe e, più o meno tutti, frequentavano il mio locale”

Cosa pensi di questa difficilissima annata del Frosinone e credi ci siano precise responsabilità?

“Quest’anno vedere che la squadra non stia andando molto bene mi dispiace tantissimo. Non penso ci sia un “colpevole” preciso ma credo che quanto sta succedendo abbia radici lontane. Mi riferisco al fatto che siamo stati degli ingenui nella partita col Foggia dello scorso anno. Se fossimo andati direttamente in serie A, la società si sarebbe mossa diversamente sul mercato….invece così ad inizio stagione hanno stravolto troppo la squadra mandando via giocatori secondo me importanti anche per lo spogliatoio, un esempio per tutti Matteo Ciofani”.

Pensi che l’avvicendamento dell’allenatore sia stato fatto troppo tardi?

"Assolutamente si! Il cambio andava fatto prima perché, da quando c’è Baroni, la squadra è cambiata e a questo punto del Campionato secondo me, avremmo avuto qualche punto in più”.

Ritieni che in questo momento ci siano ancore delle residue speranze di salvezza?

“Dopo la vittoria con la Fiorentina la speranza si era fatta più forte, ma ad oggi dopo la sconfitta contro l’Inter penso che sarà molto difficile salvarci…ma la speranza è l’ultima a morire e io spero fino alla fine”.

Quindi continuerai a seguire la squadra, se possibile, ancora di più!

“Certamente, sarò sempre presente allo “Stirpe” a sostenere la squadra perché sono sicura che anche se siamo quasi in B, i ragazzi ci regaleranno ancora emozioni”.