I cugini Brighenti in gol, cresciuti giocando in un cortile

21.08.2019 05:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:    Vedi letture
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
I cugini Brighenti in gol, cresciuti giocando in un cortile

Giorno speciale, quello di domenica sera per la famiglia Brighenti. In Tim Cup i due cugini Andrea e Nicolò sono andati entrambi in gol, contro Fiorentina e Monopoli. Se Nicolò Brighenti, insaccava di testa il gol del momentaneo 5-0 contro il Monopoli, il cugino Andrea portava in vantaggio il Monza a Firenze. A ripercorrere la loro storia è la Gazzetta dello Sport, ieri in edicola. Questo quando si legge sul quotidiano: 

" [..] I due cugini sono fisicamente identici e uniti da una grande passione, il Milan, squadra di cui sono tifosi sfegatati. Non a caso, da bambini, quando nel cortile della nonna a Castelletto giocavano di notte con la luce accesa, uno vestiva la maglia di Van Basten e l’altro quella di Maldini. Destino della sorte, oggi ad allenarli ci sono proprio quei grandi ex rossoneri con cui sono cresciuti, ossia Brocchi e Nesta.
 Nel calcio (e nella vita) sono tante le cose che uniscono e separano i due Brighenti. Li accomunano il tifo rossonero, il distacco dalla notorietà (Nicolò ha inaugurato solo due mesi fa il suo profilo Instagram) e le partite di tennis; a dividerli, oltre che due anni d’età – Nicolò è il più piccolo, classe 1989 – sono i ruoli e le squadre con cui hanno giocato. Andrea e Nicolò non hanno mai giocato insieme, anzi, sempre con formazioni diverse. Uno nell’Hellas (Andrea) e l’altro nel Chievo (Nicolò), uno nel Mezzocorona uno nel Pavia. Adesso uno nel Monza e l’altro nel Frosinone. Addirittura, i due raccontano come fin dalla categoria Esordienti abbiano giocato contro: Andrea, bomber del Malcesine, affondò con una tripletta il Cavaion del cugino Nicolò. Adesso la Coppa Italia ha due Brighenti in due tabellini diversi: ancora uniti dal calcio, ma sempre divisi dalle maglie."