Frosinone: analizziamo lo Spezia

Terminata la pausa delle nazionali, è tempo di tornare in campo, e la squadra di Nesta affronterà lo Spezia di Vincenzo Italiano.
21.11.2019 14:30 di Matteo Paniccia   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Frosinone: analizziamo lo Spezia

Finalmente si torna a giocare. Archiviata anche quest'altra pausa per le nazionali (che rivedremo a marzo) è di nuovo tempo di campionato, e per la squadra di Nesta, dopo l'ultima vittoria con il Chievo Verona, si prospetta una importante e delicata trasferta: quella allo stadio Alberto Picco, dove ad attenderlo ci sarà lo Spezia, che finora non sta disputando certamente un buon campionato. Sono infatti solamente dodici i punti raccolti dai padroni di casa, che non vincono da ormai ben tre turni. Per il Frosinone vincere sarà fondamentale per dare continuità, per gli avversari invece, servirà a salvare la panchina al proprio allenatore.

La chiave tattica

La squadra di Vincenzo Italiano è solita scendere in campo con 4-3-3 prettamente offensivo: i gioielli della squadra sono infatti Juan Ramos e Antonino Ragusa. Il primo è un buon terzino di spinta, giovane, e con una buona prospettiva di carriera avanti a se, il secondo invece, è un esterno offensivo le cui capacità le conoscono ormai tutte. Contro una squadra così offensiva, sarà fondamentale far girare il pallone, in modo da spezzare in due il loro campo. Se a centrocampo Nesta sarà in grado di dare le giuste istruzioni ai suoi, un buon possesso palla creerà buchi giganteschi nella mediana avversaria, buchi che Ciano dovrà poi saper sfruttare a dovere..

I numeri

I numeri sono dalla parte dei canarini per questa sfida: lo Spezia, che ha finora segnato quindici reti e concesse diciotto, cade sopratutto nei secondi tempi: sono infatti ben dieci le reti subite tra il 50' e il 90' minuto, con particolare attenzione tra il 70' e il 75', visto che ben cinque provengono da lì. I ragazzi di Nesta invece, segnano soprattuto nel secondo tempo, e questo potrebbe essere un fattore favorevole: dei tredici goal messi a segno finora, ben nove provengono dai secondi tempi. Che sia un indizio?