Frosinone 4-2 Ternana - Colpo di coda Frosinone: poker spettacolare al 'Benito Stirpe'

24.10.2017 22:22 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 685 volte
Frosinone 4-2 Ternana - Colpo di coda Frosinone: poker spettacolare al 'Benito Stirpe'

È arrivata, finalmente, la prima vittoria al ‘Benito Stirpe’ per il Frosinone, ed era anche ora: il tanto atteso successo nel nuovo stadio vede la Ternana arrendersi nel finale a una squadra – quella di Longo – mai arrendevole e sempre determinata verso la vittoria. Nonostante le molteplici difficoltà riscontrate a gara in corso. Un po’ per sfortuna, un po’ per bravura degli avversari, autori di un gioco a viso aperto e spesso difficile da contrastare.

Longo spiazza tutti, affidandosi nell’undici iniziale a Massimo Zappino tra i pali lasciando Bardi in panchina. A comporre la linea difensiva ci sono Ariaudo e Terranova con Adriano Russo che debutta dal 1’ al ‘Benito Stirpe’. Seconda panchina consecutiva per Krajnc. Le chiavi del centrocampo vengono affidate a Gori e Sammarco, con Beghetto e Matteo Ciofani esterni. Lì davanti il tecnico frusinate si affida alla duttilità di Soddimo, all’estro di Ciano e ai centimetri di Daniel Ciofani.

Passano pochi minuti dal fischio d’inizio e il Frosinone ha già collezionato due ghiotte palle-gol: ci prova prima Daniel Ciofani di testa, poi Ariaudo che con una mezza sforbiciata sfiora il primo palo in area. A passare in vantaggio sono però gli ospiti, che sfruttano un ottimo schema su calcio d’angolo e al 10’ firmano l’1-0 con Gasparetto. I padroni di casa non si arrendono e riagguantano il match con un’inzuccata vincente sotto porta di Danilo Soddimo, che esulta sotto la Nord e sigla l’1-1 giallazzurro all’altezza del 18’.

Nella ripresa prende coraggio il Frosinone e segna subito, al 48’, con Matteo Ciofani, che finalizza un’ottima trama offensiva spiazzando il portiere avversario. Sembra quasi fatta per i canarini, che con esperienza e personalità consolidano il vantaggio per tutto il prosieguo del secondo tempo. Ma ecco che, al 74’, Anzulli trova la zampata giusta per pareggiare i conti: ingenuità di M.Ciofani, dal limite dell’area il centrocampista rossoverde trova il gol del pari.

A Longo bastano due cambi per dare la svolta alla sua squadra: entrano Matarese e Citro. È quest’ultimo a trovare il 3-2, su assist di Matarese che in sforbiciata serve l’inserimento dell’ex-Trapani sul secondo palo. Nel finale la Ternana si fa avanti in preda alla forza della disperazione, ed è bravo il Frosinone a chiudere i conti al 90’ con Camillo Ciano. Grande vittoria per la formazione giallazzurra, che finalmente rivede i tre punti e si ricarica psicologicamente anche in vista della prossima trasferta di Venezia.

IL TABELLINO:

FROSINONE (3-4-3): Zappino; Russo, Ariaudo, Terranova; M. Ciofani, Gori, Sammarco (35′ st Citro), Beghetto (35′ st Matarese); Ciano, D. Ciofani, Soddimo (25′ st Maiello).
A disposizione: Bardi, Vigorito, Crivello, Besea, Tarasco, Volpe, Dionisi, Errico, Krajnc.
Allenatore: Longo.
TERNANA (4-3-1-2): Sala; Valjent, Gasparetto, Signorini, Favalli (19′ st Candellone); Varone (6′ st Angiulli), Paolucci, Defendi; Tremolada; Montalto (6′ st Finotto), Carretta.
A disposizione: Bleve, Albadoro, Ferretti, Taurino, Marino, Zanon, Tiscione, Bordin, Franchini.
Allenatore: Pochesci.
Arbitro: Signor Antonio Giua della sezione di Olbia; assistenti sigg. Domenico Rocca di Vibo Valentia e Marco Scatragli di Arezzo; Quarto uomo signor Luigi Carella di Bari.
Marcatore: 10′ pt Gasparetto, 18′ pt Soddimo, 2′ st M. Ciofani, 19′ st Carretta, 37′ st Citro, 44′ st Ciano.
Note: spettatori: 10.000 circa (con circa 800 tifosi della Ternana); angoli: 5-2 per il Frosinone; ammoniti: 16′ pt Terranova, 38′ st Citro, 42′ st Carretta; recuperi: 3′ st; prima della gara letta dallo speaker dello stadio, dietro indicazione della Figc per 1′ di riflessione sulla memoria della Shoah, una frase tratta dal diario di Anna Frank.