FOCUS – Il girone d’andata di Andrea Gessa…

10.01.2015 17:00 di Alessandro Sarno  articolo letto 521 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
FOCUS – Il girone d’andata di Andrea Gessa…

10 sono le presenze collezionate, in questo girone d’andata, da Andrea Gessa. L’esterno milanese, forse, è entrato troppe volte nel ciclone della critica. I tifosi, si sa, a volte sanno essere molto duri. Gessa è un giocatore navigato della categoria viste le sue 34 primavere e in questa prima parte della stagione ha sofferto sicuramente la mancanza di continuità.

 Nella preparazione estiva sembrava essere uno di quelli più in palla. Il ritiro estivo fu condito anche da un eurogol nell’amichevole contro l’Avezzano, con un grandissimo pallonetto da metà campo, che uccellò il portiere. Nonostante questo ottimo ritiro estivo, non si ritrova nel pacchetto dei “Titolari” e viene chiamato in causa solo nell’ampio turn over. Nelle volte che viene chiamato in causa non riesce ad eccellere, ma come abbiamo sottolineato in precedenza, un giocatore di 34 anni, se non ha la giusta continuità, rischia di diventare improduttivo. Non possiamo, di certo, neanche condannare l’allenatore, visto che ha una grande rosa a disposizione, con degli esterni come Paganini, Soddimo e Masucci che sono di tutto rispetto.

In questo gare del girone d’andata, soprattutto la tifoseria, associa il suo nome alle sconfitte di Pescara, Ternana e Crotone. Le sconfitte, di certo, non arrivano per mano di un solo elemento. Nel calcio si gioca pur sempre in 11 e quando si perde il demerito è sempre di tutti, come quando si vince il merito è di tutto il collettivo. Ora è alle porte il girone di ritorno. Tutti i valori si azzerano e inizia un nuovo campionato. Il passato bisogna metterselo alle spalle. Andrea Gessa, mercato permettendo, sicuramente si renderà utile in questo girone di ritorno.