Europa League: poker dell'Atalanta, Hapoel Haifa ko 4-1

10.08.2018 05:00 di Tuttofrosinone Redazione Twitter:   articolo letto 331 volte
Fonte: sportmediaset.mediaset.it
© foto di Insidefoto/Image Sport
Europa League: poker dell'Atalanta, Hapoel Haifa ko 4-1

Atalanta travolgente nel terzo turno preliminare di Europa League. Nella gara di andata in casa dell'Hapoel Haifa, i neroblù si impongono 4-1. Segnano prima gli israeliani con Buzaglo (7'), poi un sinistro di Hateboer (19') pareggia i conti e Duvan Zapata con un diagonale (21') porta avanti la Dea. Nel secondo tempo Pasalic (64') e Barrow (86') completano l'opera e la squadra di Gasperini ipoteca la qualificazione.

Gara di andata del terzo turno di Europa League per l'Atalanta di Gasperini al Sammy Ofer Stadium di Haifa contro i padroni di casa dell'Hapoel. Dopo l'ultima roboante vittoria in Bosnia a Sarajevo, gli orobici volano in Israele e per l'occasione c'è la coppia formata da Gomez e Duvan Zapata in attacco. Pessina alle loro spalle e mediana tutta forza e fantasia con Hateboer, De Roon, Freuler e Gosens. Difesa a tre con Toloi, Palomino e Masiello a protezione del portiere Gollini. L'Atalanta prova a dettare i ritmi di gioco, ma alla prima occasione passano i padroni di casa con Tamas che dalla sinistra rientra sul destro, la mette al centro per la testa di Buzaglo che la piazza sul secondo palo (7') per portare l'Hapoel in vantaggio. La Dea alza la testa e trova il pareggio con Hateboer (primo gol in maglia nerazzurra) che stoppa di destro dal limite e si porta la palla sul sinistro, conclusione sul primo palo radente ed è 1-1. Due minuti ed ecco l'assist di Toloi per Duvan Zapata che stoppa di petto, palla sul destro e diagonale vincente (21') per portare i bergamaschi in vantaggio. L'Atalanta sfiora il tris a più riprese prima della pausa, riprovandoci nel secondo tempo quando Gomez (54') centra il palo con una punizione dalla media distanza. Gasperini lancia in campo prima Pasalic (al debutto) e poi Barrow (per Pessina e Duvan Zapata) e sono proprio loro a far dilagare i nerazzurri: al 64' prima Toloi si fa respingere una conclusione ravvicinata, poi riprende la palla e dalla sinistra la rimette al centro per la testa di Barrow che fa sponda al centro per Pasalic che dalla corta distanza, ancora di testa, insacca il suo primo gol in maglia nerazzurra nel giorno del debutto. Poco dopo scambio di ruoli: inserimento sulla destra di Pasalic che serve al centro l'assist per Barrow che con il destro (86') firma il definitivo 4-1. Nel recupero Barrow sfiora anche il quinto gol per l'Atalanta superando anche il portiere prima di concludere di poco a lato.

Qualificazione ipotecata in vista del ritorno in programma giovedì prossimo al Mapei Stadium di Reggio Emilia. Da ricordare che chi passerà il turno troverà nel playoff la vincente della sfida tra Copenaghen e Cska Sofia per giocarsi l'accesso alla fase a gironi. All'andata successo in rimonta dei danesi per 2-1 in Bulgaria.

GASPERINI: "RISULTATO LARGO E GIUSTO"

Gian Piero Gasperini si gode il poker all'Hapoel Haifa che di fatto permette all'Atalanta di ipotecare il playoff di Europa League. "E' un risultato molto largo, ci sta tutto perché ci sono state altre situazioni, abbiamo preso dei pali - ha detto al canale tematico -. E' un risultato molto buono. In queste partite ci sono sempre delle svolte, gli episodi contano, bisogna giocarle sempre con concentrazione. I ragazzi non sbagliano mai approccio".

Dopo gli otto gol al Sarajevo, un altro colpaccio della sua Atalanta che ormai ha un piede e mezzo nel playoff. Gasperini si congratula con la sua squadra. "Qualche volta succede anche di prendere gol o di non essere nella migliore giornata. Sono sempre positivi, abbiamo un gruppo ormai storico, in queste cose non sbagliano di sicuro - ha aggiunto l'allenatore della Dea -. Il risultato ci permette di programmare il ritorno in un certo modo, avremo la prima di campionato e poi il terzo turno. Inizia una fase molto impegnativa, ho la sensazione che possiamo pagare di più rispetto all'anno scorso".