ESCLUSIVA TF - Nicola Pagani: "Frosinone, hai solo da guadagnare. A Palermo gara accorta"

12.06.2018 18:30 di Andrea Pontone Twitter:   articolo letto 1148 volte
© foto di Federico Gaetano
ESCLUSIVA TF - Nicola Pagani: "Frosinone, hai solo da guadagnare. A Palermo gara accorta"

Intervistato da TuttoFrosinone.com, l'ex giocatore canarino Nicola Pagani ha fatto il punto in casa giallazzurra alla vigilia della finale playoff d'andata contro il Palermo.

Come ha reagito a suo avviso la squadra dopo il 2-2 col Foggia?
"Con il Cittadella ho visto due partite un po' tirate dal punto di vista emotivo, ma come normale che sia: ci si gioca tanto e la pressione è molta, credo sia un aspetto positivo che i canarini siano riusciti a portare a casa il passaggio del turno. Da qui bisogna ripartire, per affrontare adesso in finale una squadra più attrezzata dei veneti".

L'accesso in finale lo reputa meritato?
"Sì, più che altro per quello che il Frosinone ha dimostrato nel corso del campionato: i canarini sono arrivati terzi soltanto per un motivo di differenza reti. Diciamo che con il Cittadella il divario tecnico era molto importante, anche se ha avuto un ruolo cruciale anche l'aspetto psicologico. I giallazzurri sono stati un po' contratti e timorosi: c'è qualche vecchio fantasma da rimuovere dalla testa".

Se fosse un mental coach, cosa si sentirebbe di dire alla squadra?
"Sicuramente di levarsi il timore, perché tanto non c'è più niente da perdere: tutto, di per sé, è stato già perso. Male che va non cambia nulla, il Frosinone deve pensare di avere soltanto da guadagnare. Meno carichi psicologici si hanno e più facilmente si può affrontare una finale di questo tipo, sapendo comunque di giocarti il passaggio in Serie A".

I motivi per cui il Frosinone può farcela.
"Beh, la squadra non deve dimenticarsi che se ha perso il passaggio diretto in A è stato soltanto per una differenza reti; alla fine il Frosinone è stato nelle posizioni più alte della classifica per tutto l'anno, e non per puro caso".

Si decide tutto al Barbera?
"Di sicuro, non essendo una partita secca, è importante non tornare da Palermo con un risultato negativo, perché comunque collezionare anche solo un pareggio ti darebbe più chances nel momento in cui ti ritrovi a giocare in casa. Avere due risultati su tre è sicuramente un vantaggio: uscire sconfitti dalla Sicilia significherebbe avere un solo risultato sabato sera. Diciamo che a Palermo il Frosinone dovrà avere l'accortezza di disputare una partita molto attenta".

Si sente di dare un pronostico secco?
"Pronostici non ne ho mai fatti. Gli aspetti nel calcio sono molteplici, ciascun risultato dipende da tante cose. Primo di tutti la mentalità con cui si affrontano le gare. Il Palermo attrezzato e gioca in un campo ostico per qualunque avversario. Si tratta di una squadra blasonata che avrà il calore del proprio pubblico, ma il Frosinone dovrà avere la forza e l'umiltà di giocare una partita attenta, per cercare di portar via un risultato positivo. I canarini hanno una grande chance, che non devono buttare al vento".