Capozucca a Tmw: "Potevamo fare meglio ma non siamo nemmeno stati fortunati"

20.04.2019 10:00 di Stefano Martini Twitter:    Vedi letture
Fonte: Tmw
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Capozucca a Tmw: "Potevamo fare meglio ma non siamo nemmeno stati fortunati"

“L’Ajax ha meritato, ma la Juventus era in un momento di difficoltà e oltre Ronaldo c’è un altro campione come Chiellini la cui assenza si è sentita. È comunque giusto dare i meriti agli avversari”. Così a TuttoMercatoWeb il dirigente del Frosinone Stefano Capozucca commenta la debacle della Juventus in Champions League.

De Ligt, De Jong, Neres e non solo. Che spettacolo l’Ajax. Se riuscisse a tenere i migliori...
“Per fortuna vendono i pezzi migliori, altrimenti si aprirebbe un ciclo Ajax di lunga durata e per le altre sarebbe dura”.

È andata male anche al Napoli...
“È capitato un avversario ostico come l’Arsenal. Non è stato fortunato”.

Potrebbe scoppiare il caso Insigne.
“È napoletano, tiene molto al Napoli. Il desiderio di vincere qualcosa è innato. Potrebbe esserci la voglia di provare a vincere qualcosa”.

Si aspetta la cessione?
“Mi aspetto di tutto. In estate ci sarà un mercato abbastanza caldo”.

Mercato caldo anche per Icardi.
“Per giudicare bisogna essere dentro. È stata una vicenda lunga e spinosa, che ha portato difficoltà in seno alla squadra. Per quanto mi riguarda posso soltanto elogiare la società Inter per come ha gestito la situazione”.

A proposito di Inter. Al Frosinone brilla Pinamonti.
“È stata una delle note liete di una stagione sfortunata. Il ragazzo ha avuto una crescita importante, ha delle qualità che sta facendo vedere. La sua evoluzione continua, crescerà ancora. Merito a Baroni che gli ha dato fiducia, il prossimo anno avrà delle richieste. Ma penso che l’Inter non si priverà della proprietà del cartellino”.

Oggi giocate contro il Cagliari. Per lei è una partita particolare.
“Li ho vissuto due anni speciali, importanti. Nella storia il Cagliari non aveva mai vinto il campionato. Non dimenticherò mai quel 3-0 al Bari e l’accoglienza dei nostri tifosi in aeroporto”.

Direttore, e il Frosinone? Vi manca qualche punto...
“Si poteva pensare di fare meglio... ma devo anche dire e non è una scusante, che il Frosinone non ha avuto quel pizzico di fortuna che altri hanno avuto. La fortuna fa parte di un valore che uno non ha. Qualche errore è stato commesso, bisogna fare mea culpa e meditare”.

In estate previsto un grande valzer di ds. E lei?
“In questo momento dobbiamo finire il campionato in maniera più che dignitosa. Abbiamo un presidente di grande livello, una persona che merita ampiamente la Serie A. Il presidente chiede dignità e abbiamo l’obbligo di averla fino alla fine. Per quanto riguarda i movimenti, qualcosa potrebbe anche cambiare. Non so cosa possa succedere alla Roma, se dovessero cambiare in Italia ci sarebbero direttori sportivi giovani bravi. Il giovane che merita più di tutti è Daniele Faggiano, meriterebbe - anche se Parma è già una società consolidata - un salto importante. La Lazio ha un grande direttore sportivo e se lo tiene stretto, l’Inter con Ausilio è in mani sicure, uguale la Juventus con Fabio Paratici”.

Chi sarà protagonista in estate?
“La Juve farà un grande mercato. La Champions League è un traguardo da raggiungere per forza. Mi aspetto un paio di acquisiti importantissimi, così come dall’Inter”.